Banca Etica sponsor tecnico di “Taking Care-Periferie in azione” alla Biennale di Venezia

di admin
Crowdfunding civico e finanza etica per rilanciare le periferie italiane

Banca Etica è sponsor tecnico del progetto "Taking Care – Periferie in azione" lanciato dallo studio di architettura TAMassociati che cura il Padiglione Italia alla 15. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Banca Popolare Etica mette a disposizione dell’iniziativa la piattaforma tecnologica per la realizzazione del crowdfunding civico e garantisce anche tutte le transazioni avvengano nel circuito virtuoso della finanza etica.

Con "TAKING CARE – Progettare per il Bene Comune", TAMassociati sviluppa il tema dell’ architettura come arte sociale e strumento al servizio della collettività e del suo accesso ai beni comuni, prevedendo un invito all’azione a favore delle comunità nelle zone di degrado e marginalità. In questa visione dell’architettura al servizio della collettività nasce "Periferie in azione": una piattaforma per il crowdfunding civico che punta a raccogliere 350mila euro da destinare alla realizzazione di 5 dispositivi mobili progettati su misura per le esigenze di 5 associazioni italiane in prima linea per il rilancio sociale, umano e culturale delle periferie italiane: Emergency (per l’accesso alla salute); Libera (per il recupero ad uso sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata); Uisp-Unione Italiana Sport per tutti (per l’integrazione sociale tramite lo sport); Legambiente (per il monitoraggio e il miglioramento delle condizioni ambientali) e AiB-Associazione Italiana Biblioteche (per l’accesso alla cultura).

"La finanza etica è un collaudato strumento di sostegno alle iniziative di riqualificazione urbana, grazie alla sua innata vocazione alle persone e allo sviluppo armonico tra società, ambiente ed economia. La collaborazione con lo studio TAMassociati di Venezia va proprio in questa direzione – spiega Ugo Biggeri, Presidente di Banca Etica – mettendo a disposizione di cinque importanti protagonisti dell’associazionismo civico nazionale gli strumenti del crowdfunding finalizzato al recupero delle periferie. Per noi si tratta di uno dei tanti modi con cui far tornare la finanza al servizio del benessere collettivo, dell’inclusione, dello sviluppo sostenibile e della legalità".

Condividi ora!