ADOA – Associazione Diocesana Opere Assistenziali e Banca Popolare di Verona. Accordo sulle condizioni di rapporto operativo.

di admin
Il 7 giugno 2016, è stato siglato, nella Sala dei Vescovi, Curia di Verona, l’accordo di collaborazione fra Banca Popolare di Verona e l’Associazione Diocesana Opere Assistenziali a favore delle numerose strutture associate, accordo che permette condizioni favorevoli ad ambe le parti. Erano presenti all’incontro mons. Giuseppe Zenti, vescovo di Verona, il presidente di ADOA,…

Quanto sopra, nel quadro dei compiti di ADOA, che – art. 2 dello Statuto – ha lo scopo di coordinare l’azione caritativa di Enti, Istituti religiosi e di Organizzazioni d’origine ecclesiale o direttamente collegati con gli organismi ecclesiali del territorio della Diocesi Verona. L’Associazione – art. 3 dello Statuto – garantisce agli associati la loro autonomia statutaria ed amministrativa, ne rispetta e ne difende la proprietà patrimoniale, la personalità morale e giuridica e ne tutela i diritti e gli interessi, soprattutto nei rapporti con le autorità preposte al settore socio-assistenziale, info@adoa.it. Hanno creato ADOA la Diocesi di Verona, la “Casa Buoni Fanciulli – Istituto San Giovanni Calabria”, l’”Ospedale Sacro Cuore”, Negrar; “Casa Fr. Francesco Perez”; “Casa del Clero”, “Casa Fr. Francesco Nogarè”; “Pio Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia”; “Fondazione Pia Opera Ciccarelli“ onlus, San Giovanni Lupatoto, e la “Parrocchia dei Santi Fermo e Rustico”, Colognola ai Colli, Verona. ADOA cura, dunque, il mondo della carità, degli anziani, dei diversamente abili e dei bambini… Bene ha agito, quindi, Banca Popolare di Verona a siglare il citato accordo, facendo così in modo che il denaro non serva solo al mondo degli affari – come affermato da mons. Zenti – ma sia anche di aiuto e di sostegno a chi ha bisogno del nostro doveroso supporto.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!