INDUSTRIE CULTURALI E CREATIVE. ZORZATO A BRUXELLES: CONTINUARE A INVESTIRE

di admin
“La realtà delle Industrie Culturali Creative e dello Spettacolo ha una parte importante nell’economia del nostro territorio. La dimostrazione del fatto che la cultura rappresenta una delle aree economiche trainanti viene dai numeri: sono quasi 40 mila le imprese culturali presenti sul territorio, pari all’8,7% sul totale registrato a livello nazionale; la ricaduta economica è…

Sono dati forniti dal vicepresidente della Regione del Veneto Marino Zorzato in occasione della conferenza che si è svolta oggi a Bruxelles per iniziativa del Comitato delle Regioni sul tema “Creatività ed innovazione come volano della crescita economica: il ruolo della Cultura e dei territori”.

Zorzato ha posto l’accento sulle diverse azioni regionali promosse in ambito di politiche culturali e tutte indirizzate all’attivazione di progettualità a reti e sistema, in maniera da rendere omogenei gli interventi nell’ambito dei beni, dei servizi, delle attività culturali e dello spettacolo, delle risorse culturali, paesaggistiche ed economiche. Tutte le componenti – ha fatto rilevare – mettono in evidenza quanto la cultura abbia incidenza sullo sviluppo produttivo del territorio. E soprattutto per una regione come il Veneto che si conferma la prima regione turistica d’Italia con quasi 63 milioni di presenze e 16 milioni di turisti, il 65% dei quali stranieri e le città d’arte – in questo contesto – costituiscono dei forti poli di attrazione.

Le analisi – ha concluso Zorzato – indicano per il settore un raddoppio in termini di PIL nel giro di 20 anni e questo trend di crescita costante deve far considerare all’Unione Europea e ai singoli Stati l’opportunità di continuare a investire sull’industria culturale e creativa, anche perché è in grado di creare posti di lavori. E questo non tanto a parole ma nei fatti.

Condividi ora!