Titolo: Rivendite tabacchi, ricevitorie del lotto e lotterie. Disciplina giuridica. Trattamento fiscale. Pratica contabile. Formulario. Con giurisprudenza, casi pratici ed esempi di scritture contabili

di admin
Autori: E. De Feo, Avvocato, funzionario dei Monopoli di Stato, S. Giordano, Dottore commercialista Editore: Maggioli Editore Pagine: 496 Formato: 17x24 cm Edizione: VII Anno: ottobre 2013 Codice ISBN: 84569 Prezzo di copertina Libro+Cd-Rom: 52,00 Euro Prezzo archimagazine Libro+Cd-Rom (sconto del 10%): 46,80 Euro

Aggiornata con la Legge n. 99 del 9 agosto 2013 che disciplina l’imposta di consumo sui prodotti succedanei dei prodotti da fumo, la settima edizione dell’Opera approfondisce tutte le novità relative all’ingresso nel mercato della sigaretta elettronica e chiarisce le conseguenti problematiche applicative concernenti il commercio, il trattamento fiscale e il consumo di tali prodotti, tenuto conto del D.M. 21 febbraio 2013, n. 38 e dell’Ordinanza del Ministero della Salute (26 giugno 2013, n. 76) sul divieto di vendita ai minori.

Il volume illustra i requisiti necessari per istituire rivendite ordinarie e speciali, i vari tipi di gestione e gerenza, i trasferimenti e le volture, i patentini, le sanzioni, risolvendo i casi più problematici.

Dopo l’analisi fiscale, riguardante ad esempio il calcolo del pro-rata, l’aggio e la percentuale di detrazione IVA, con relativi studi di settore, esemplifica le rispettive scritture contabili (anche quelle relative al gioco del Bingo) identificando le singole poste all’interno del bilancio, completate da quelle di fine esercizio.

Corredata da Cd-Rom contenente Formule personalizzabili e stampabili per l’avvio e la gestione dell’attività e tutta la normativa di settore, è così strutturata:

PARTE I – ASPETTI GIURIDICI
1. I monopoli fiscali in genere
Nozione giuridica di monopolio
Il corrispettivo pecuniario del genere di monopolio e la sua natura giuridica
Privative fiscali e cenni storici
Il divieto monopolistico: oggetto e caratteri
CASO PRATICO
1) È costituzionalmente legittimo il monopolio fiscale? (sentenza Corte Cost. n. 209/1976)

Il soggetto giuridico che impone il divieto
Il contrabbando come trasgressione al divieto monopolistico
CASI PRATICI
1) Come distinguere se la detenzione di tabacchi sia un possesso personale o sia vendita autorizzata? (sentenza C.d.S., sez. IV, n. 2897/2013)
2) In quale caso la detenzione di tabacchi senza autorizzazione è punità? (sentenza T.A.R. Lazio, Roma, sez. II, n. 960/2009)

Le accise: tipologia, incidenze economiche e giuridiche
Il divieto di pubblicità dei prodotti da fumo: pubblicità diretta, indiretta, e c.d. product placement e campagne promozionali sui tabacchi alla luce del nuovo Capitolato d’oneri del 10 marzo 2010
CASO PRATICO
1) Può una velata propaganda all’uso dei tabacchi costituire minaccia alla salute pubblica? (sentenza Cass., ss.uu., n. 10508/1995)

L’attività della Guardia di finanza
I depositi fiscali

2. L’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato
Cenni storici
La privatizzazione dei Monopoli di Stato e l’istituzione dell’Ente Tabacchi Italiani: d.lgs. n. 283/1998
Le attuali competenze dell’AAMS dopo l’incorporazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in applicazione del d.l. 6 luglio 2012, n. 95

3. La vendita dei generi di monopolio
Introduzione: la l. n. 1293/1957, il d.P.R. n. 1074/1958 e il decreto MEF n. 38/2013
Tipologie: rivendite ordinarie e speciali, di 1a categoria e di 2a categoria
CASO PRATICO
1) L’illegittimo diniego della richiesta di assegnazione di una rivendita quando dà luogo a richiesta risarcitoria? (sentenza T.A.R. Lombardia, Brescia, n. 861/2000)

L’istituzione di una rivendita ordinaria: requisiti oggettivi e soggettivi alla luce del decreto MEF n. 38/2013; incompatibilità alla gestione; metodi di assegnazione (concorso, trattativa privata, asta pubblica) – Modello di domanda per l’istituzione
CASI PRATICI
1) In quali ipotesi sussistono i presupposti di fatto per l’attivazione di una nuova rivendita? (sentenza T.A.R. Veneto, sez. I, n. 1037/2000)
2) In quali casi un concorso per l’istituzione di una rivendita di generi di monopolio è infruttuoso? (sentenza T.A.R. Calabria, Catanzaro, sez. I, n. 1548/2000)
3) Può l’AAMS scegliere di assegnare una rivendita tramite asta pubblica preferendo tale procedura a discapito di un’assegnazione diretta? (sentenza T.A.R. Toscana, sez. I, n. 1047/2007)

Criteri per l’istituzione di una rivendita speciale e nuove modalità operative alla luce del decreto MEF n. 38/2013 – Modello per istanza
Nuovi criteri per l’istituzione di una rivendita speciale in area di servizio automobilistico – Modello per istanza
CASO PRATICO
1) In quali casi la discrezionalità dell’AAMS di istituire rivendite speciali stagionali si manifesta in maniera corretta? (C.d.S., sez. IV, n. 2903/2009)

Gestione personale della rivendita
CASO PRATICO
1) Cosa si intende per gestione personale della rivendita? (sentenza T.A.R. Toscana, sez. I, n. 1484/2004)

Gerenze precarie in caso di vacanza della rivendita – Modello per istanza
I collaboratori del titolare: il coadiutore, l’assistente, il rappresentante – Modelli di domanda
Il trasferimento della gestione ad altro soggetto, la voltura della rivendita speciale e il divieto di cessione della sola rivendita – Modelli per istanze
CASI PRATICI
1) Cosa comporta la differenza tra voltura di una rivendita speciale e rinnovo di una rivendita ordinaria? (sentenza T.R.G.A Trento, n. 243/2004)
2) La discrezionalità AAMS nel non assegnare la rivendita quando è richiesto un cambio gestione (sentenza Cons. Stato, sez. IV, n. 3900/2006)

Il rinnovo dell’appalto – Modello per istanza
Il trasferimento dal locale dove viene gestita la rivendita: trasferimento in zona e fuori zona così come ridefinito dal decreto MEF n. 38/2013 – Modello per istanza
CASI PRATICI
1) Quando sussistono motivi di forza maggiore per effettuare un trasferimento fuori zona? (sentenza Cons. Stato, n. 8286/2003)
2) Si possono verificare trasferimenti fuori zona all’interno di uno stesso paese di piccole dimensioni? (sentenza T.A.R. Abruzzo, Pescara, n. 193/2005)
3) Cosa significa percorso pedonale più breve e come lo si misura? (sentenza Cons. Stato, sez. IV, n. 4127/2010)

Orario di apertura e chiusura della rivendita, riposi festivi, ferie delle rivendite e delle ricevitorie lotto – Modelli per istanze
CASO PRATICO
1) Può il Sindaco emanare un’ordinanza imponendo l’orario di apertura a rivendite di generi di monopolio? (sentenza T.A.R. Toscana, sez. I, n. 133/2008)

Obblighi particolari del rivenditore
Il divieto di vendere tabacchi a minori di 18 anni, le sigarette elettroniche, le novità in materia e altri obblighi del rivenditore – Modello per istanza
Il patentino – Modelli per istituzione e voltura
CASI PRATICI
1) In quali casi si ha una deroga all’obbligo di rifornimento presso la rivendita a cui si è aggregati? (sentenza T.A.R. Campania, Napoli, sez. II, n. 2775/2000)
2) Nuovo patentino o estensione di autorizzazione già esistente? (sentenza T.A.R. Abruzzo, Pescara, n. 194/2002)
3) Il mancato utilizzo dei Mod. U88/PAT può comportare la revoca di un patentino? (T.A.R. Toscana, sez. I, n. 6281/2004)
4) Può concedersi un patentino ad una società di persone nella quale un socio è cittadino extracomunitario? (sentenza T.A.R. Veneto, n. 3770/2008)
5) Può istituirsi un patentino in locali diversi da quelli indicati dalle circolari AAMS? (TAR Campania-Napoli n. 7494 del 5 luglio 2007)

Il Capitolato d’oneri: natura giuridica e obblighi connessi
Sanzioni disciplinari e pene pecuniarie
CASI PRATICI
1) Le sanzioni irrogate dall’AAMS possono paragonarsi a quelle previste dal d.lgs. n. 689/1981? (sentenza T.A.R. Lombardia, Milano, sez. IV, 8 maggio 2007, n. 2553)
2) Quali sono i presupposti per applicare l’incameramento del deposito cauzionale? (sentenza T.A.R. Lazio, sez. II, n. 1393/2009)

4. La ricevitoria del lotto
Il gioco del lotto: cenni storici, il monopolio sul gioco, normativa e nuove iniziative
La ricevitoria del lotto: legislazione, criteri di assegnazione, problematiche varie
CASI PRATICI
1) Può il titolare di una rivendita speciale ottenere una ricevitoria per il gioco del lotto? (sentenza Cons. Stato, sez. IV, n. 2244/2000)
2) Quando un ricevitore del lotto determina un danno erariale? (sentenza Corte dei Conti, sez. reg. Veneto, n. 378/2004)
3) La ricevitoria lotto può essere qualificata come esercizio di un servizio pubblico? (sentenza T.A.R. Puglia, Bari, sez. I, n. 2805/2003)

Gli obblighi contabili del ricevitore del lotto e conseguenze in caso di mancato adempimento degli stessi: sanzioni pecuniarie, sospensione e revoca della concessione, incameramento parziale o totale della cauzione, revoca per mancati incassi lotto
CASI PRATICI
1) È ammessa la revoca della licenza per insufficiente numero di giocate al lotto? (sentenza T.A.R. Umbria, n. 367/2005)
2) In quali casi la revoca della concessione del lotto è attività vincolata e non discrezionale? (sentenza Consiglio di Giustizia amministrativa per la Sicilia, n. 536/2009)
3) Può disporsi la revoca della concessione del lotto in conseguenza del mancato raggiungimento dei limiti minimi annui di raccolta del gioco? (T.A.R. Lazio, sez. II, n. 3198/2011)
4) In quali casi si ha la revoca della ricevitoria ed è legittima la revoca della connessa rivendita tabacchi (T.A.R., Puglia, Bari, sez. III, n. 00310/2012)

I c.d. lottisti puri e i problemi connessi
CASO PRATICO
1) Il coadiutore succeduto al lottista puro, quando rinnova la sua concessione, può avere l’estensione dei benefici per questi previsti? (sentenza T.A.R. Campania, Napoli, sez. III, n. 3318/2002)
Contributo una tantum lotto: problematiche e deducibilità dal reddito d’impresa
Annullamento degli scontrini, impossibilità di giocare al lotto con il sistema a caratura e possibili conseguenze amministrative e penali
Installazione del secondo terminale lotto
Il gioco del lotto a distanza, il 10eLotto e il Lotto più

5. Le lotterie
Lotterie: inquadramento nei monopoli fiscali (rinvio) e differenze dal lotto. Profili civilistici, penalistici, comunitari
Cenni storici e attività della Guardia di finanza
Le lotterie tradizionali
Le lotterie ad estrazione istantanea
Concorsi a premi che riproducono il gratta e vinci. Liceità e problematiche connesse
CASO PRATICO
1) I concorsi a premio realizzati attraverso tagliandi distribuiti gratuitamente in abbonamento ad un prodotto (generalmente un set di cartoline artistiche) sono una pratica commerciale lecita? (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, provv. n. 19395)

PARTE II – ASPETTI AMMINISTRATIVI
6. Aspetti amministrativi
Premessa
Le altre attività rinvenibili in una rivendita di generi di monopolio
– Tabella per i titolari di rivendite di generi di monopolio
Diposizioni in materia di vendita di prodotti del tabacco
Liberalizzazione del settore commerciale contenuta nel d.l. n. 223/2006
Adempimenti per l’avvio dell’attività
– Autorizzazione per coadiutore di rivendita
– Condizioni per il rilascio dell’autorizzazione
– Apertura di una ricevitoria del lotto
– Apertura di una ricevitoria del SuperEnalotto
– Apertura di una ricevitoria di concorsi pronostici (Totocalcio e simili)
– Vendita di prodotti per la casa
Adempimenti presso il Registro delle imprese
– L’avvio della Comunicazione Unica
Impresa individuale – La domanda di iscrizione e l’invio telematico
Impresa individuale – Aggiunta di attività
Impresa individuale – Apertura di una filiale o succursale
Società – La domanda di iscrizione e l’invio telematico
– Il diritto annuale a favore della Camera di commercio
Adempimenti per la gestione dell’attività di rivendita di schede telefoniche
La Comunicazione Unica per l’avvio dell’attività d’impresa
– Dal 1° aprile 2010 obbligo della ComUnica
– Supporti tecnici necessari
– Procedura e modulistica
– Adempimenti assolti tramite la Comunicazione Unica
– Conferimento dell’incarico per presentare la Comunicazione Unica a professionisti o altri intermediari
– Verifiche da parte del Registro delle imprese
– Protocollazione
– Rilascio della ricevuta
– Trasferimento telematico alle Amministrazioni interessate

PARTE III – ASPETTI FISCALI
7. Le imposte dirette
Premessa
Produzione e commercializzazione di tabacchi: adempimenti fiscali
Imposte sui redditi
– Beni relativi all’impresa
– Redditi d’impresa
– Determinazione del reddito d’impresa
Norme generali sui componenti del reddito d’impresa
Ricavi
Plusvalenze
Dividendi
Spese per prestazioni di lavoro
Interessi passivi
Deducibilità di alcuni costi
Opzione per l’aliquota Ires
Imprese minori
L’aggio e le imposte dirette
– Operazioni di rivendita di schede telefoniche
La contabilizzazione dell’aggio
Deducibilità dei valori bollati fuori corso
Adempimenti contabili
Cessione d’azienda
Sigarette elettroniche

8. L’imposta sul valore aggiunto
Premessa
Imposta sul valore aggiunto: caratteri generali
Regime monofase per i tabacchi lavorati
Art. 2 del d.P.R. n. 633/1972
Art. 10 del d.P.R. n. 633/1972
– Il gioco del Bingo
Art. 74 del d.P.R. n. 633/1972
– Prestazioni di intermediazione
Determinazione del pro rata
Rivendita bar e tabacchi. Esempi di determinazione del pro rata
Aggio e percentuale di detrazione Iva
Formula della percentuale di detrazione
Rivendita di generi di monopolio. Rilevazione degli incassi e relativa registrazione
La soppressione della bolla d’accompagnamento
Imposta di bollo e vendita di generi di monopolio
I soggetti esonerati dall’obbligo della certificazione dei corrispettivi
Accisa

9. L’Irap
Premessa
Soggetti passivi
La deduzione dall’Ires
Valore della produzione netta
Determinazione della base imponibile
– Soggetti in contabilità semplificata
– Soggetti che si avvalgono di regimi forfetari
Aliquota
Dichiarazione

PARTE IV – ASPETTI PREVIDENZIALI
10. Aspetti previdenziali
– Premessa
– Adempimenti per la gestione dell’attività
Versamenti
Soci di S.r.l.
Contributi eccedenti il minimale
Prescrizione
Sanzioni
Contribuzione volontaria, riscatto, ricongiunzione
Deducibilità
Prestazioni
Riduzione dei contributi per i pensionati
Inail

PARTE V – STUDI DI SETTORE
11. Gli studi di settore
Premessa
Cosa sono gli studi di settore
Natura degli studi di settore
Utilità per l’Amministrazione finanziaria e vantaggi per il contribuente
Procedura di elaborazione
Revisione congiunturale speciale degli studi di settore
Osservatori regionali
Approvazione ed entrata in vigore
Studio di settore per le rivendite di tabacchi
– Modalità di elaborazione dello studio
– Definizione della funzione di ricavo per ciascun gruppo omogeneo
– I raggruppamenti omogenei degli operatori del settore
– Calcolo dei ricavi presunti
– Determinazione della coerenza economica
– Indicatori di coerenza approvati con d.m. 26 aprile 2012
– Giustificazioni e correttivi per eventuali scostamenti
– Correttivo apprendisti
– Correttivi automatici congiunturali anticrisi 2012
Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore – Commercio al dettaglio di generi di monopolio (tabaccherie)

PARTE VI – ASPETTI CONTABILI
12. I profili contabili
Premessa
La contabilità ordinaria
Registrazione unica di aggi e compensi
Scritture contabili della rivendita di tabacchi
Scritture contabili del gioco del lotto
Scritture contabili del gioco del Bingo
Scritture contabili di fine esercizio

Condividi ora!