“Sagra de l’Anara Pitanara” – 8^ edizione

di admin
A Tarmassia di Isola della Scala, dal 10 al 16 settembre

Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, il vicepresidente Marco Ambrosini ha presentato l’8^ edizione della “Sagra de L’Anara Pitanara”, che si svolgerà a Tarmassia di Isola della Scala, dal 10 al 16 settembre 2014.

Erano presenti: Luca Brutti e Enrico Zanoni, rispettivamente presidente e vicepresidente della “Compagnia dell’Anara Pitanara”.

Erano presenti inoltre i rappresentanti degli sponsor della manifestazione:
Riseria Melotti/LucaMelotti; Pastificio Avesani/Remigio Marchesini; Truccioli & Derivati/Walter Zanda.

La manifestazione è organizzata dalla ‘Compagnia de L’Anara’ con il patrocinio della Provincia di Verona, del Comune di Isola della Scala e il sostegno di sponsor privati.

La “Sagra de L’Anara Pitanara” prende il nome da un appellativo usato in passato nelle filastrocche popolari che indicava una donna chiacchierona e pettegola, sempre intenta ad impicciarsi dei fatti degli altri. L’Anara Pitanara è diventata mascotte della manifestazione perché simbolo di abbondanza e ricchezza, poiché questo piatto veniva servito nei giorni di festa. Si tratta di un’iniziativa a carattere prevalentemente enogastronomico, ma non solo. Presenta infatti diverse occasioni di intrattenimento: dalla promozione della tradizione culinaria locale, con piatti e vini tradizionali, alla realizzazione di spettacoli, eventi musicali e serate danzanti. Non manca, tuttavia, una ricca proposta culturale che prevede l’allestimento di mostre di pittura e di scultura, la realizzazione di incontri con gli autori e di rappresentazioni teatrali.
L’apertura ufficiale della manifestazione si svolgerà mercoledì 10 settembre, alle ore 21:00, con il grande concorso gastronomico “La sfoglia d’oro”, in cui dodici appassionati di cucina si sfideranno nella preparazione di sfoglie e fettuccine. Giudice d’eccezione della gara sarà Alessandra Spinsi, ospite fissa del noto programma televisivo di Rai1 “La Prova del Cuoco”.
Tra gli eventi culturali di maggior pregio spiccano l’allestimento di una mostra botanica sull’aia della cinquecentesca Villa Guarienti Baja, intitolata “Dettagli di inaspettata bellezza” e lo spettacolo artistico di body painting che si svolgerà venerdì 12 settembre.

Info: www.anarapitanara.it

Vicepresidente – Ambrosini: “La ‘Sagra de L’Anara Pitanara’ è giunta alla sua ottava edizione, dopo il successo registrato nei precedenti anni di svolgimento. La manifestazione presenta un programma di iniziative ricco e variegato, capace di soddisfare i gusti del più ampio pubblico. Oltre alla promozione dell’enogastronomia locale, che nel territorio di Isola della Scala vanta una particolare e già consolidata tradizione, la manifestazione prevede infatti altri numerosi appuntamenti dal carattere culturale, dedicati all’arte nelle sue diverse sfaccettature, al teatro, alla poesia e alla danza. L’invito è dunque quello di partecipare numerosi alla sagra nella frazione di Tarmassia, riassaporando la freschezza delle più genuine tradizioni legate alla nostra agricoltura e ai nostri allevamenti domestici e per passare qualche momento di spensieratezza e di arricchimento culturale, all’interno del territorio provinciale scaligero”.

Presidente dell’associazione – Brutti: “La ‘Sagra de l’Anara Pitanara’ nasce dalla tradizionale festa dedicata alla Madonna Addolorata che, reinventata nel 2007 da un affiatato gruppo di giovani, ha raggiunto una grande popolarità e dimensioni, grazie alle tante proposte innovative. Due anni fa, il gruppo di lavoro che ha seguito con entusiasmo la manifestazione già dalla sua prima edizione ha deciso di dare vita ad un’associazione, chiamata la ‘Compagnia de l’Anara Pitanara’, che cura tutti gli aspetti logistici dell’iniziativa. Grande novità di quest’anno sarà il 1° concorso gastronomico “La Sfoglia d’Oro”, una sfida in cucina a colpi di mattarello per creare la sfoglia migliore. Alessandra Spisni, direttamente da “La prova del cuoco”, sarà giudice unico della competizione. La rassegna vede come elementi di punta non solo la tradizione culinaria. Tante sono, infatti, le proposte culturali in programma: la poesia e la danza saranno parte integrante della numerose mostre che verranno allestite nella Villa Guarienti Baja. Il pubblico avrà, inoltre, l’opportunità di vedere l’esibizione di numerosi artisti del legno che si cimenteranno dal vivo. Ricordo che l’interno ricavato sarà devoluto alla chiesa parrocchiale, come aiuto per il recente restauro, alla scuola materna ed elementare. È, infine, doveroso un ringraziamento a tutti gli sponsor, che con il loro sostegno, rendono possibile l’organizzazione di questa bellissima manifestazione anche in tempi difficili come quelli che stiamo attraversando”.

Pastificio Avesani – Marchesini: “Questa di Tarmassia non è solo una sagra ma una autentica valorizzazione della nostra cultura culinaria, con la pasta fresca che gioca un ruolo da protagonista. Voglio fare i miei complimenti agli organizzatori e ai volontari che, con il loro entusiasmo, fanno in modo che i prodotti del nostro territorio vengano diffusi come meritano”.

Riseria Melotti – Melotti: “È un gioia sostenere questa rassegna organizzata da un gruppo di giovani così affiatato, sempre ricchi di nuove proposte. Hanno il merito di unire gli usi e i costumi tradizionali a idee nuove e originali. Hanno saputo valorizzare in un’unica festa la cultura in tutti i suoi aspetti: promozione della tradizione culinaria locale e realizzazione di spettacoli”.

Truccioli & Derivati – Zanda: “Avere a Tarmassia un gruppo di ragazzi così attivi nella comunità è un vero e proprio piacere. È per questo che, con grande soddisfazione, siamo vicini ai giovani e li sosteniamo fino in fondo in questa manifestazione”.

Condividi ora!