Accordo di Pianificazione urbanistica per la redazione del P.A.T. Comunale La Provincia sottoscrive il documento con Regione e Comune di Affi

di admin
Oggi nella Sala Verde del Palazzo Scaligero, l'assessore alla Pianificazione e programmazione territoriale Samuele Campedelli ha firmato l'Accordo di Pianificazione per la redazione del P.A.T. Comunale di Affi con la Regione del Veneto e il Comune interessato.

Erano presenti: l’architetto Morena Mion rappresentante delegato della Regione del Veneto; Roberto Bonometti, sindaco di Affi; l’architetto Graziano Scarsini, rappresentante tecnico della Provincia di Verona.

Grazie alla procedura concertata, sono state delineate le scelte di pianificazione urbanistica riguardanti il territorio comunale di Affi e sono stati toccati punti quali la salvaguardia delle qualità ambientali, la tutela delle identità storico-culturali, nonché la prevenzione e riduzione dei rischi legati all’utilizzo delle risorse territoriali e la riqualificazione di zone compromesse o degradate.

Assessore – Campedelli: “Il territorio di Affi è connotato da pregevoli caratteristiche ambientali e paesaggistiche. Inoltre, è interessato da un notevole afflusso turistico di passaggio verso il Lago di Garda e verso il Monte Baldo, oltre che dal traffico di accesso ai Centri Commerciali. Questa sua peculiarità ha da tempo evidenziato alcune criticità, che devono essere mitigate attraverso un’oculata revisione degli strumenti urbanistici. Pertanto, il Comune di Affi ha sottoposto a concertazione una bozza di Documento Preliminare per la Formazione del PAT e allo stesso tempo ha richiesto a Regione e Provincia di sottoscrivere un Accordo per la formazione del Piano mediante procedura concertata, ai sensi dell’articolo 15 della Legge Regionale Urbanistica. Si costituirà, quindi, un pool di professionisti al fine di coordinare le diverse esigenze di cittadini e imprenditori, verificandone la sostenibilità urbanistica e ambientale. La Provincia ha sempre collaborato con i Comuni che richiedono procedura concertata, mettendo a disposizione il proprio personale, le proprie conoscenze e competenze, nella convinzione che con la preventiva condivisione delle scelte sull’uso del territorio si favorisca un equilibrato sviluppo economico e sociale a vantaggio di tutti i cittadini”.

Condividi ora!