“Festival Veneto 2014” – 7^ edizione

di admin
L'unico vero festival in lingua veneta torna con tre tappe veronesi

Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, il vicepresidente nonché assessore alla Cultura e Identità Veneta Marco Ambrosini ha presentato la 7^ edizione del “Festival Veneto”, la rassegna musicale in lingua veneta che si svolgerà il 27 luglio, il 9 e il 29 agosto, rispettivamente a Nogara, San Martino Buon Albergo e Valeggio sul Mincio.

Erano presenti: Bruno Cappon, consigliere regionale; Luciano Mirandola, sindaco del Comune di Nogara; Anna Maria Damasconi, assessore del Comune di San Martino Buon Albergo; Leonardo Oliosi, assessore alla Cultura del Comune di Valeggio sul Mincio; Enrico Bianchini, presidente dell’ “Associazione Culturale Benacus” produttrice del festival; Michele Ghionna, per “Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona” coordinatrice artistica del festival.

Il “Festival Veneto”, promosso dalla Provincia di Verona, è prodotto dall’Associazione Culturale Benacus con il contributo della Regione del Veneto, il patrocinio dei Comuni di Nogara, San Martino Buon Albergo e Valeggio sul Mincio e con il coordinamento artistico di Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona.
La rassegna è inserito nel macro-cartellone “Provincia in Festival”, il progetto culturale di rete promosso dall’assessorato alla Cultura e Identità Veneta della Provincia di Verona, nell’ambito di RetEventi Cultura Veneto, il network tra istituzioni locali e operatori dello spettacolo della Regione del Veneto. L’iniziativa è realizzata con la direzione artistica di Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona e il supporto organizzativo e promozionale della società Provincia di Verona Turismo.

Il “Festival Veneto”, giunto quest’anno alla 7^ edizione, è una rassegna musicale e di spettacolo itinerante dedicata all’arte in vernacolo e rappresenta l’unico vero festival della lingua veneta nella nostra regione. La manifestazione promuove, infatti, canzoni e spettacoli tutti rigorosamente in lingua veneta e si propone come opportunità per la valorizzazione e la diffusione della lingua e della cultura della nostra regione. Lo scopo è di evidenziare, oltre alle capacità canore, musicali e recitative degli artisti, anche le bellezze paesaggistiche e architettoniche del nostro territorio: le singole tappe si svolgono sempre in luoghi tra i più rappresentativi dell’area provinciale veronese.
L’edizione 2014 del festival si articolerà in tre tappe che saranno ospitate in altrettante località della provincia scaligera: la serata inaugurale della manifestazione si terrà domenica 27 luglio a Nogara (via Falcone-Borsellino, piazzale del Municipio), per proseguire sabato 9 agosto con la seconda tappa a San Martino Buon Albergo (Borgo della Vittoria – Parco del Campagnol) e chiudere con l’ultima tappa di venerdì 29 agosto che si svolgerà a Valeggio sul Mincio (Piazza Carlo Alberto). Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21:15 e tutte le serate saranno interamente ad ingresso gratuito, per avvicinare un pubblico soprattutto di giovani e coinvolgere, in particolare, i ragazzi e le famiglie.
La lingua veneta sarà l’indiscussa protagonista delle tre tappe del festival durante le quali si alterneranno esibizioni canore, momenti di recitazione in prosa e in poesia e cabaret, sempre rigorosamente in vernacolo. Oltre agli artisti che animeranno con le loro esibizioni la 7^ edizione del festival, saranno presenti anche ospiti d’onore come il cantautore Massimo Bubola nella serata d’apertura, il gruppo musicale Petols nella tappa centrale, l’attore e registra teatrale Roberto Puliero nella serata conclusiva, i quali si esibiranno per il pubblico del “Festival Veneto” regalando a tutti gli spettatori momenti di elevato livello artistico e qualitativo.
Nel corso delle tre serate interverranno altri numerosi talenti: per la categoria “cantanti” saliranno sul palcoscenico nuove proposte e nomi affermati della canzone in lingua veneta provenienti da tutta la regione come Paolo Tosi, Giorgio Tezzon, Luciano Buscemi e i Freve Da Samba. Il “Festival Veneto”, infatti, vuole essere anche un modo per scoprire autori e volti nuovi della musica leggera e popolare veneta e dare loro la possibilità di mettersi in evidenza con la propria bravura. Durante le tappe del festival, presentate da Laura Zambelli, il palco sarà inoltre animato dalle esibizioni in prosa di attori e attrici come Hugo Trety, Giulia Cailotto, Sabrina Carletti, Francesca Botti. Non mancheranno momenti di spensieratezza e divertimento con la comicità delle cabarettiste Giusy Zenere e Laura Magni, che sapranno riscaldare a suon di risate l’atmosfera delle tre serate. Le tappe del festival saranno infine arricchite dalle performance del corpo di ballo “The Gamblers”, che faranno da contorno artistico alle esibizioni.

Vicepresidente – Ambrosini: “È una grande soddisfazione presentare la 7^ edizione del ‘Festival Veneto’, la rassegna musicale e di spettacolo itinerante completamente dedicata alla cultura in lingua veneta. Il ‘Festival Veneto’, nato nel 2008 con l’importante appoggio della Regione del Veneto, rappresenta una rassegna caratterizzante di ‘Provincia in Festival’, il macro-cartellone di eventi culturali estivi della provincia scaligera. Grazie all’importante lavoro di squadra e alla sinergia venutasi a creare negli anni tra la Provincia di Verona, l’Associazione Culturale Benacus, produttrice del festival, e Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona, che ne cura la direzione artistica, il ‘Festival Veneto’ ha visto crescere sempre più la qualità ed il livello dell’offerta artistica, divenendo un appuntamento fortemente atteso e sempre più apprezzato da tutto il pubblico. La freschezza e la varietà del ‘Festival Veneto’ ne fanno, inoltre, un contenitore culturale adatto a giovani, adulti e anche famiglie, che si arricchisce ulteriormente della presenza di ospiti d’eccezione di fama nazionale. Le loro esibizioni, assieme a quelle dei numerosi artisti che animeranno questa 7^ edizione, sapranno senz’altro stupire e incantare l’affezionato pubblico e faranno rivivere, sui palcoscenici di alcune delle più belle piazze della provincia scaligera, la lingua, la cultura e l’arte della nostra regione”.

Consigliere regionale – Cappon: “E’ un vero piacere per me essere qui oggi, in rappresentanza della Regione Veneto, per presentare un appuntamento culturale di grande importanza per tutto il nostro territorio. Il programma del festival è interamente costruito su esibizioni in lingua veneta, e ritengo che in un momento come questo, dove la globalizzazione e la comunicazione di massa tendono ad uniformare i linguaggi, preservare la nostra identità sia un fattore non trascurabile. Nel corso del mio mandato ho avuto modo di conoscere alcuni emigranti veneti che, nel paese dove ora risiedono, si sono impegnati a tramandare il nostro idioma ai propri figli e nipoti, proprio perché non dimenticassero le loro origini. E’ bene ricordare, inoltre, quanto alto sia stato il contributo del Veneto nello sviluppo letterario nazionale. Questo evento nasce per ricordarci tutto ciò. Ci auguriamo che, dopo l’ottima edizione del 2013, anche quest’anno la qualità e l’afflusso di spettatori siano più che soddisfacenti”.
Sindaco di Nogara – Mirandola: “Nogara è orgogliosa di ospitare la prima tappa di questa manifestazione, che mette in primo piano uno dei fattori primari della nostra cultura e tradizione. La lingua veneta è tra le più dolci e musicali parlate nel nostro paese, penso dunque che vada protetta e perpetrata con grande fierezza. Diamo perciò appuntamento il 27 luglio, presso il piazzale del municipio, augurandoci che il tempo sia clemente e che il pubblico accorra con entusiasmo”.
Assessore San Martino Buon Albergo – Damasconi: “Con grande piacere abbiamo inserito questo evento nell’offerta estiva comunale. Sarà un appuntamento a misura di famiglia, grazie al quale anche le nuove generazioni potranno venire a contatto con il dialetto, punto saldo della nostra tradizione, oggi sempre meno praticato”.

Assessore Valeggio sul Mincio – Oliosi: “Sono lieto che il ‘Festival Veneto’ approdi quest’anno per la prima volta anche a Valeggio sul Mincio. Confinando con il Mantovano e risentendone l’influenza dialettale, ci caratterizziamo come una realtà unica, per quanto riguarda la lingua e perciò siamo molto attenti a mantenerne il contatto attraverso varie iniziative. Sono pertanto molto fiducioso riguardo a questo evento, frutto di uno splendido rapporto di collaborazione che il nostro Comune intrattiene con la Provincia di Verona”.

Condividi ora!