Il concordato preventivo e gli accordi di ristrutturazione dei debiti

di admin
Autori: Roberto Cataldi, Francesca Romanelli Editore: Nuova Giuridica Collana: Professionisti Pagine: 304 Formato: 17x24 cm Anno: febbraio 2014 Edizione: II Edizione ISBN: 978-88-6383-177-1 Prezzo (di copertina): 28,00 Euro

Il concordato preventivo e gli accordi di ristrutturazione dei debiti
Adempimenti e procedure con formulario – II edizione

Il volume illustra gli iter e le procedure del concordato preventivo a partire dalla domanda di ammissione alla procedura, sino al provvedimento di omologa e alla successiva fase di esecuzione del concordato. Nel testo sono anche disponibili le principali formule per la redazione di atti inerenti al procedimento e le più significative sentenze di merito e di legittimità intervenute negli ultimi anni. Completa il manuale un’appendice normativa con gli articoli del titolo terzo della legge fallimentare.

1. Nozione e finalità del concordato preventivo
– 1.1 Gli incentivi tesi a favorire il ricorso alla procedura di concordato preventivo anche mediante le modifiche di cui alla legge di conversione n. 134 del 7 agosto 2012 alla luce degli interventi normativi di cui al D.L. n. 83/2012 e i correttivi di cui al D.L. n. 69/2012 (decreto del fare
– 2. Presupposti per l’ammissione alla procedura alla luce del decreto sviluppo e del decreto del fare
– 2.1 Il concordato con riserva e le modifiche di cui al d. l. 69/2013
– 2.1.1 Il concordato in bianco e i nuovi obblighi informativi
– 2.2 La figura del professionista attestatore nel decreto sviluppo
– 2.2.1 La sentenza delle S.U n.1521 del 2013 e l’attestazione del professionista
– 3. Gli organi del concordato preventivo
– 3.1 La relazione del commissario giudiziale e la nomina dello stimatore
– 4. Gli effetti dell’ammissione al concordato per l’imprenditore e per i creditori
– 4.1 I contratti pendenti. Le novità normative di cui al decreto sviluppo
– 4.1.1 Il concordato e la sorte dei contrati di lavoro in ottica di continuità aziendale
– 4.1.2 Concordato e possibilità di accedere alla Cassa Integrazione guadagni e al contratto di solidarietà
– 4.2 Il concordato e gli effetti sui crediti
– 5. La domanda di concordato
– 5.1 Il controllo di fattibilità da parte del Tribunale
– 5.2 Dichiarazione di inammissibilità
– 5.3 Ricorso per l’ammissione alal procedura di concordato preventivo ex artt. 160 e 161 L.F.
– 5.4 Domanda per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo con cessione dei beni ex art. 160 e seguenti
– 5.5 Contro provvedimento che dichiara inammissibile la proposta di concordato e contro la sentenza di fallimento
– 5.6 Redazione del professionista il quale attesta la veridicità dei dati aziendali e la fattibilità del piano presentati dall’imprenditore ai sensi dell’art. 161 comma 3 L.F.
– 6. Ammissione alla procedura di concordato e nuovi privilegi ex art. 2752 e gli effetti del decreto di ammissione
– 6.1 Effetti della presentazione del ricorso. Il divieto di azioni esecutive a seguito del decreto sviluppo
– 7. Il concordato con cessione dei beni
– 7.1. Il concordato con continuità aziendale
– 7.2 Il concordato di gruppo e la cessione dei beni ai creditori. Brevi cenni
– 7.3 Le classi dei creditori
– 8. I provvedimenti immediati successivi all’ammissione al concordato
– 8.1 Avviso ai creditori della data di convocazione e delle proposte del debitore ex artt. 171 e 163 L.F.
– 9. L’adunanza dei creditori e la deliberazione sul concordato preventivo
– 10. L’omologazione del concordato, il silenzio assenso e le modifiche di cui agli artt. 178 e 179 L.F.
– 10.1 La sentenza delle S.U. n. 1521/13
– 10.2 Reclamo ex art. 183 L.F. avverso il decreto che respinge l’opposizione al concordato preventivo
– 10.3 Ricorso per Cassazione
– 11. Esecuzione, risoluzione e annullamento del concordato
– 11.1 La chiusura della procedura
– 11.2 La previsione di cui all’art. 183 L.F. e il reclamo avverso il decreto del Tribunale
– 12. Gli accordi di ristrutturazione dei debiti. La nuova disciplina
– 12.1 I riflessi della L. n. 134/2012 sugli accordi di ristrutturazione
– 12.2 Ricorso ex art. 182-bis L.F. per l’omologazione di un accordo di ristrutturazione dei debiti
– 12.3 Opposizione dei creditori (o altri interessati) all’accordo di ristrutturazione dei debiti ex art. 182-bis L.F
– 13. La transazione fiscale

Condividi ora!