CRISI SETTORE RISICOLO. CIAMBETTI E MANZATO: “PORTEREMO LA SACROSANTA PROTESTA DI AZIENDE E LAVORATORI ALLA CONFERENZA DELLE REGIONI”

di admin
Gli assessori al bilancio, Roberto Ciambetti e all’agricoltura, Franco Manzato, hanno portato la solidarietà della Regione del Veneto ai rappresentanti della Coldiretti, giunti stamane a Palazzo Balbi a Venezia per presentare la grave situazione del settore risicolo di qualità italiano.

“Abbiamo preso l’impegno di portare al tavolo della Conferenza delle Regioni – ha detto Ciambetti – le problematiche della filiera risicola italiana, affinché la stessa Conferenza sostenga la protesta e le rivendicazioni dei nostri produttori facendo le opportune pressioni sul governo nazionale”.

“La coltivazione del riso fa parte della nostra storia e del nostro paesaggio veneto – ha sottolineato Manzato –. Difendere la produzione locale significa non solo tutelare un comparto produttivo di qualità, ma anche salvaguardare il territorio e proteggere il consumatore”.

“Bisogna difendere il prodotto locale dal dumping asiatico – ha confermato Ciambetti –. Nessuno vuole impedire alle economie dell’Asia di affacciarsi nel mercato proponendo prodotti alternativi a prezzi concorrenziali: la logica della globalizzazione impone questa sfida. Ma ogni sfida prevede anche il rispetto delle regole e una serie di tutele, perché nessuna economia può accettare qualsivoglia forma di dumping, sia esso sociale, ambientale, commerciale. Non da ultimo, poi, dico che quando il contenimento dei costi produttivi si fa esasperato si rischia di immettere nel mercato prodotti scadenti, dei quali sappiamo ben poco”.

“Troppa chimica in campo significa anche danni alla salute del consumatore – ha aggiunto Manzato –. Riso low cost ma anche low quality, cheapness: in che condizioni sono costretti a lavorare gli agricoltori nelle risaie orientali? Quali pesticidi vengono adoperati? Basterebbe questo per condividere e sostenere le richieste dei produttori di riso della pianura padano veneta che operano, invece, con vincoli particolarmente rigorosi”.

“E’ una battaglia importante – hanno concluso gli assessori veneti – che va combattuta fino in fondo”.

Condividi ora!