In Veneto cresce il NON PROFIT.

di admin
“Il Veneto da sempre esprime nel non profit un tessuto di eccellenza per quantità e qualità, che è divenuto nel tempo anche un incubatore di imprese sociali, dimostrando di saper rispondere in modo innovativo ai bisogni e offrendo beni e servizi competitivi sul mercato. Servizi che, svolti secondo il principio della sussidiarietà, diventano fondamentali anche…

Sono considerazioni che il presidente della Regione Luca Zaia esprime in merito alle risultanze della rilevazione censuaria svolta da Istat e Unioncamere da cui emerge, tra l’altro, che nel Veneto il non profit è in costante crescita e che la pubblica amministrazione si snellisce.

Il non profit veneto infatti ha fatto registrare una crescita a due cifre nell’arco di dieci anni. Dalla rilevazione si evince inoltre che il ruolo del volontariato è un elemento cardine del non profit veneto, specie per cultura, sport, ricreazione e protezione civile e assistenza sociale.

“L’esito di quest’analisi non è una sorpresa – sottolinea Zaia – anzi conferma come i sia nel carattere dei veneti rispondere alle esigenze sociali non con le parole ma con i fatti. Il risultato è che nella nostra regione un cittadino su cinque fa volontariato: regala tempo, energie e spesso anche denaro a chi ha bisogno”.

“Istituzioni, associazioni e gli stessi cittadini su questi temi parlano un linguaggio comune, pur nella diversità dei ruoli – conclude Zaia – ed è confortante vedere che anche i giovani si sentono responsabilizzati. Il servizio prestato dal non profit viene quindi ad integrarsi con l’azione della pubblica amministrazione e in molti casi è addirittura essenziale. La cultura della solidarietà e del volontariato continua ad essere un patrimonio acquisito e diffuso nel Veneto”.

Condividi ora!