El Ritorno de Simeon, la Commedia dell’Arte come va fatta

di admin
Terzo appuntamento per “Teatro in Cantina 2014” col Custoza della Cantina Albino Piona. In scena il gruppo di giovani professionisti veronesi “Cantieri Invisibili”

Terzo appuntamento per la rassegna “Teatro in Cantina”, una rassegna di connubio tra arte e vino, nel segno del teatro e del territorio, un grande cartellone estivo di respiro provinciale, che coinvolge le zone del Custoza, Valpolicella, Soave e Bardolino per la direzione artistica di Andrea Castelletti. La manifestazione è organizzata da Teatro Impiria in stretta collaborazione con il Comune di Sommacampagna, capofila tra gli enti coinvolti, con il convinto appoggio della Provincia di Verona, i Comuni di Negrar e Bardolino, le Proloco ed i Consorzi di Tutela del Custoza, del Valpolicella e del Soave, di Agriform e dell’Associazione Pan De Verona e con la preziosa partecipazione di tutte le Cantine coinvolte.
“Teatro in Cantina” è più di una rassegna di teatro. E’ un progetto culturale nel segno della qualità e del legame dell’uomo con la terra e la sfera celeste, per scoprire che attraverso i prodotti e l’arte ogni territorio esprime con orgoglio la propria tipicità. In un contesto originale e suggestivo quale è una Cantina, viene proposto un cartellone di spettacoli brillanti e di contenuto, interpretati da artisti professionisti di primaria importanza nel panorama veneto: commedie, teatro canzone, monologhi, comicità e anche un pizzico di riflessione, per serate inebrianti. Dodici spettacoli in altrettante Cantine, sempre di mercoledì, sino al 10 settembre.

Mercoledì 2 luglio, si ritorna nella zona del Custoza, dove presso la Cantina Albino Piona (Località Casa Palazzina di Prabiano, Villafranca) va in scena una formazione veronese composta da giovani quanto ben preparati attori professionisti veronesi, i “Cantieri Invisibili”, capitanata dall’attore e regista Matteo Spiazzi, che presentano la riedizione del già applaudito lavoro “El ritorno de Simeon”. Grazie ad un canovaccio originale di Commedia dell’Arte lo spettacolo intende valorizzare una maschera tipica di Verona, quella del Simeon, satàro (ossia zatteriere) dell’Adige. La trama dello spettacolo è frutto di una ricerca storiografica e letteraria per far risaltare non solo la maschera, ma anche tutto un sistema commerciale economico e umano oramai scomparso in quella Verona che un tempo grazie ai molti canali e diramazioni dell’Adige che la percorrevano, veniva anche definita la “Piccola Venezia”. Lo spettacolo “El ritorno de Simeon” ricostruisce una nuova maschera di Commedia che si troverà a confrontarsi con le maschere classiche in un canovaccio divertente e ricco di colpi di scena. Naturalmente come tradizione vuole i dialetti delle maschere si trovano a diretto confronto con le lingue colte e forbite degli innamorati in un conflitto che non è solo linguistico, ma che è prima di tutto generazionale.

Lo spettacolo ha inizio ore 21.15. Ma è possibile accedere alla cantina dalle ore 20.15 per una visita guidata alla scoperta dei sapori e dell’arte di fare il vino. Prima dello spettacolo, dalle ore 20.45 in poi, viene offerta a tutto il pubblico una degustazione vini con qualche stuzzichino , per poi accendere le luci sul palcoscenico e dare inizio al teatro.

Condividi ora!