Ottimo l’afflusso turistico nella Provincia di Verona.

di admin
Nei primo quadrimestre 2014, 12,72% di arrivi e 17,46% di pernottamenti in più rispetto al primo quadrimestre 2013.

La congiuntura europea ed internazionale ridà importanti segni di recupero anche attraverso il movimento turistico: da un lato, maggiore numero di europei ed extraeuropei in movimento, dall’altro maggiori presenze a Verona e importanti sul Garda. Lo segnalano la Provincia di Verona, attraverso l’assessore Ruggero Pozzani, il presidente del Consorzio di Promozione Turistica “Verona Tuttintorno”, Oliviero Fiorini, e Loris Danielli, amministratore unico di Verona Turismo srl. I dati disponibili, riguardano cinque settori geografici: Provincia di Verona, Lago di Garda, Verona Capoluogo, Est-Pianura Veronese e Lessinia.
Sempre rispetto al 2013, la Provincia ha visto arrivare, nei primi quattro mesi di quest’anno, 715.825 persone, che hanno pernottato per 1.847.255 notti, con un aumento degli arrivi del 12,72% e delle presenze o pernottamenti del 17,46%. Lago di Garda: arrivi: 345.708 persone e 1.082.992 pernottamenti, pari, rispettivamente a un +14,22 e +21,36%. Verona capoluogo: arrivi 207.190 turisti con 434.499 pernottamenti, pari a un + 12,47% d’arrivi e a un + 11,91% di pernottamenti o presenze. Circa l’Est-pianura veronese, rileviamo 145.473 arrivi e 287.088 pernottamenti, con un +7,96% e un 12,75%. La Lessinia, pur nella modestia dei numeri, presenta, sempre nei primi quattro mesi dell’anno, un + 30,31% di arrivi e un+ 14,12% di pernottamenti.
Per quanto riguarda i pernottamenti per nazione di provenienza, in tutta la provincia, il primo posto spetta ai tedeschi con un buon 42,82%, diventando, così, i nostri maggiori clienti. Seguono gli austriaci con il 6,04%, gli olandesi con il 5,53%, gli svizzeri con il 5,41%, gli inglesi con il 4,35% e i russi con il 4,18%. Sarebbero da segnalare numerose altre provenienze, ma le loro percentuali, ovviamente, sempre importanti, sono di tenore minore. Con il che, va segnalato, inoltre, che il 55% del turismo in tutta la provincia è dato da provenienze estere. Il turismo estero a Verona-capoluogo raggiunge il 46,54%. Quanto ai turisti italiani, la maggiore parte proviene da Lombardia, Veneto, Lazio, Sicilia, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna, Campania, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Calabria, Marche, Sardegna, Abruzzo, Trento, Bolzano, Umbria, Basilicata, Molise e Valle d’Aosta.
Una buona voce il turismo, dunque. Essa è in grado di offrire anche migliori soddisfazioni con un costante affinamento della qualità dei servizi, offerti al turismo stesso. Non solo: una buona pubblicità in Italia ed all’estero è elemento determinate nel settore. Elemento cui collabora intensamente lo stesso Gardaland, che diffonde più di 3.000.000 di dépliants l’anno in tutta Italia, con procedimento capillare, avvalendosi del costante impegno di Stefano Bozzini, che a riconoscimento della sua attività a favore di Gardaland e, indirettamente, di Verona turistica, è stato premiato con particolare targa, consegnatagli dall’assessore Ruggero Pozzani e da Loris Danielli.

Condividi ora!