Titolo: Finanziare l’impresa con i fondi europei Editore: Ipsoa Gruppo WKI Autori: Alberto Bonifazi, Anna Giannetti

di admin
Collana: Finanza aziendale Argomento: Finanziamenti agevolati Pagine: 445 Anno: 6 giugno 2014 Codice: 00182963 Codice ISBN: 978-88-217-5050-2 Prezzo di copertina: 40,00 Euro

Finanziare l’impresa con i fondi europei
Strumenti e opportunità 2014-2020.
Redazione e presentazione delle domande.
Simulazioni pratiche
disponibile dal 6 giugno

Le risorse finanziarie dell’Unione Europea rappresentano una concreta opportunità di crescita e di innovazione aziendale ed al contempo un nuovo strumento per tutti quei consulenti di impresa che intendono dotarsi di nuove e più moderne informazioni e competenze al fine di acquisire maggiore competitività ed efficacia.

Nel volume viene esaminata, con taglio operativo, la nuova programmazione finanziaria europea 2014-2020, in vigore dal 1° gennaio 2014, che rappresenta un punto di rottura con tutte le programmazioni precedenti e rappresenta un’occasione irripetibile per favorire la nascita di nuovi modelli di business e servizi di consulenza.

Il testo esamina i nuovi programmi di finanziamento diretto (Orizzonte 2020, COSME:
Programma per la competitività delle PMI, Europa Creativa, LIFE+), indiretto (Fondi Strutturali – es. FESR, FSE e di Coesione), i metodi e le tecniche di programmazione e progettazione per garantire una adeguata qualità alle richieste di finanziamento.
Approfondisce le modalità operative di costruzione di un budget per la presentazione di un progetto finanziabile e le modalità di gestione del medesimo in funzione dei vincoli imposti dal budget stesso.
Il testo contiene, inoltre, una rassegna di tutti gli strumenti finanziari disponibili per le PMI, attivi a partire dal 1° gennaio 2014.
Costruisce – passo dopo passo una domanda di finanziamento, in tutti i suoi diversi passaggi logici e operativi.
Fornisce, infine, una mappa completa per orientarsi tra le centinaia di siti web disponibili sugli argomenti affrontati.

Il testo si rivolge principalmente a:
– aziende;
– consulenti aziendali;
– associazioni imprenditoriali;
– amministrazioni pubbliche;
– enti locali e camerali;
– enti no-profit.

Condividi ora!