In festa, dall’11 al 15 giugno, il Comune di Grezzana, per i suoi 800 anni.

di admin
Fu il Capitolo dei Canonici di Verona, nel 1214, a gettare le basi dell’autonomia amministrativa.

La storia riserva sempre date ed avvenimenti importanti, la maggior parte dei quali, purtroppo, per nulla positivi. Quest’anno, tuttavia, il bello c’è, e nel Veronese: si tratta della vita plurisecolare di un Comune, sulle cui colline, la vite e l’ulivo, con il loro verde, quasi pettinato, con le preziose uve e olive, sorridono al visitatore, che si diletta a percorrere i loro paradisiaci sentieri. Parliamo di Grezzana, che compie quest’anno 800 anni, perché la sua storia ha avuto inizio nel lontano 1214, quando il Capitolo dei Canonici di Verona chiese e ottenne per l’attuale Comune, l’autonomia amministrativa. Autonomia che si conservò anche sotto la presenza di Venezia, dai primi anni del 1400, dei napoleonici, dal 1796, e dell’Austria, dal 1814.
Sarà l’11 giugno alle ore 20,30, presso le note Cantine Bertani, che si apriranno le celebrazioni degli “800 anni”, con la presentazione del volume Grezzana: 800 anni di una comunità, che, curato da Bruno Avesani e Fernando Zanini, è edito dal Comune stesso. Il 12 giugno, ore 20,30, nella sala convegni di Just Italia, sarà presentata l’opera Escursioni a piedi e in bici sui colli di Grezzana di Eugenio Cipriani. Come detto, Grezzana gode di un territorio particolare ed interessante, che, con il suo paesaggio ed i suoi prodotti, trova, in tal modo, la dovuta valorizzazione. Nei giorni 14 e 15 giugno, proseguiranno i festeggiamenti in Piazza Carlo Ederle, con proposte enogastronomiche e musicali, precedute, il giorno 15, alle ore 10,30, dalla cerimonia ufficiale per gli 8 secoli di storia dell’antico Comune veronese.
Hanno presentato l’evento dell’antica Gréssàna, Mauro Fiorentini, sindaco di Grezzana, l’assessore provinciale Stefano Marcolini, l’assessore comunale Michele Colantoni, il consigliere provinciale Adelino Brunelli e il presidente della Pro Loco, Giacomo Merci.

Condividi ora!