POLIZIA MUNICIPALE: 17ENNE SU SCOOTER FUGGE ALL’ALT DI UN AGENTE. BLOCCATO DOPO INSEGUIMENTO

di admin
Uno scooterista è uscito di strada questa mattina mentre tentava di fuggire al controllo di un agente motociclista della Polizia municipale.

Abbandonato il veicolo a terra, è poi scappato a piedi ma è stato bloccato poco dopo e condotto al Comando, dove si trova tutt’ora, per accertamenti. Erano le 10.15 questa mattina quando, in rigaste Redentore, un agente ha intimato l’alt ad uno scooterista per effettuare un controllo, ma il 17enne di nazionalità marocchina, residente in città, anziché fermarsi sì è dato alla fuga sul suo Malaguti F1. Il giovane ha così messo a rischio sia la sua incolumità che quella di altri utenti della strada, guidando a velocità elevata in mezzo al traffico e talvolta in senso contrario, rischiando di travolgere anche un ciclista su ponte Navi. Inseguito lungo lungadige Re Teodorico, Interrato dell’Acqua Morta, ponte Navi e stradone San Fermo, il giovane ha imboccato in contromano via Tazzoli perdendo il controllo dello scooter e schiantandosi contro un’auto in sosta. Scappato a piedi, è stato però raggiunto e bloccato dall’agente. Sul luogo dell’incidente è intervenuta anche una seconda pattuglia della Polizia municipale, per i rilievi dell’incidente stradale, mentre il giovane è stato preso in consegna ed accompagnato al comando per accertamenti, dove poi è stata convocata la madre. Sono diversi gli aspetti di cui il 17enne dovrà ora rispondere. Oltre all’incidente stradale ed al relativo risarcimento, gli agenti hanno scoperto che lo scooter non era assicurato e che era stato elaborato: aveva una cilindrata di 70cc anziché 50 e montava un dispositivo di scarico non omologato, per aumentare ancora di più le prestazioni. La targa era inoltra inclinata per impedirne la lettura. Le modifiche costruttive determinano la riclassificazione del veicolo, che perdendo le caratteristiche di ciclomotore viene considerato un motociclo, guidato quindi in modo irregolare da un 17enne privo della relativa patente. Per questo motivo il giovane è stato denunciato all’autorità giudiziaria e rischia una multa da 2.257 e 9.032 euro e l’arresto fino a un anno. A questi aspetti si aggiungono la mancata copertura assicurativa e i comportamenti del giovane: velocità pericolosa e perdita di controllo del mezzo, circolazione irregolare sulla corsia bus e mancato arresto all’alt per complessivi 2.200 euro di sanzioni. Il veicolo è stato confiscato.

Condividi ora!