ZAIA: D’ACCORDO CON CONFARTIGIANATO E CONFAPI, IL PROBLEMA DEL CREDITO ALLE PMI STA DIVENTANDO DRAMMATICO.

di admin
DALLA REGIONE GARANZIE PER UN MILIARDO E SBLOCCO DI UN MILIARDO 400 MILIONI DI PAGAMENTI IN SANITA’. MA IL GOVERNO DEVE LIBERARE IL MILIARDO 300 MILIONI SEQUESTRATI DAL PATTO DI STABILITA’.

“Condivido l’allarme sul credito lanciato da Confartigianato Veneto e da Confapi: l’effetto congiunto dei mancati pagamenti da parte della Pubblica amministrazione e di un sistema creditizio che rende i finanziamenti sempre più scarsi e costosi, sta letteralmente strangolando il sistema della piccole e medie imprese venete”.

E’ il commento dei Presidente della Regione, Luca Zaia, alla dura presa di posizione del Presidente della Confartigianato Veneto, Giuseppe Sbalchiero, e del direttore di Confapi Industria Veneto, Pier Orlando Roccato, sulla discriminazione che le banche effettuano fra piccole e medio-grandi imprese nell’erogazione del credito.

“Il grido d’allarme che si leva da tutte e sette le provincie venete, cioè dalle locomotive industriali d’Italia, ha ormai carattere di drammaticità – prosegue Zaia – Come Regione noi stiamo facendo tutto il possibile: attraverso Veneto Sviluppo e in accordo con gli otto Confidi 107, con due distinte operazioni, abbiamo generato garanzie che attivano finanziamenti fino a un miliardo alle PMI che vanno in banca a chiedere denaro. E oltre a queste misure stiamo anche sbloccando in due anni un miliardo 400 milioni di pagamenti ai fornitori della sanità, partita che avevamo ereditato dalle precedenti gestioni”.

“Ma non basta – conclude il Presidente della Regione – le banche devono fare di più la loro parte, interpretare il ruolo sociale che la Costituzione assegna loro. E il governo deve liberare dal sequestro il miliardo 300 milioni dei veneti bloccato dal patto di stabilità: soldi veri dei cittadini, e non debiti come in altre zone d’Italia, con cui potremmo garantire un’altra bocciata d’ossigeno a un sistema industriale che ne ha bisogno come l’aria”.

Condividi ora!