INTESA REGIONE – COMUNI CAPOLUOGO SU ACCESSI A ZTL

di admin
Diventeranno più semplici e soprattutto uniformi sull’intero territorio regionale le modalità di accesso alle ZTL, le Zone a Traffico Limitato, per i veicoli adibiti ai servizi di trasporto non di linea, quali taxi e auto a noleggio con conducente.

Il tutto a partire dalle città capoluogo del Veneto L’assessore alle politiche della mobilità Renato Chisso ha infatti sottoscritto oggi con i rappresentanti dei Comuni capoluogo e con l’ANCI per gli Enti Locali minori (rappresentata dalla vicepresidente vicaria Maria Rita Busetti), un protocollo d’intesa finalizzato alla redazione di una proposta comune e condivisa che preveda le stesse modalità di accesso alle ZTL. Alla firma sono intervenuti, tra gli altri, il vicesindaco di Treviso Roberto Grigoletto e l’assessore alla mobilità del Comune di Belluno Valerio Tabacchi.
“Abbiamo raccolto la richiesta avanzata su tale questione da Confartigianato – ha fatto presente Chisso – che ci aveva segnalato l’esigenza di trovare una regolamentazione unica a livello regionale, rispetto alla quale vogliamo perseguire un risultato concreto e il più rapido possibile. L’attuale situazione di disomogeneità crea infatti agli operatori disagi e complicazioni che non hanno né giustificazione né senso”.
Verrà dunque costituito un gruppo di lavoro misto che svolgerà un approfondimento tecnico – normativo sul tema degli accessi alla zone a traffico limitato, con riguardo alle specifiche modalità previste per i veicoli adibiti ai servizi di trasporto non di linea. Su questa base, provvederà a redigere una proposta comune; a favorire l’interscambio di informazioni tra le Amministrazioni comunali; a esaminare la possibilità di estendere al maggior numero di enti locali l’accesso alle banche dati detenute dalle Motorizzazioni Civili del Ministero dei Trasporti e dall’ACI per agevolare lo svolgimento dei compiti istituzionali degli uffici comunali e a snellire le procedure amministrative.

Condividi ora!