APPROVATO COMPLETAMENTO SISTEMAZIONE IDRAULICO AMBIENTALE DEL LUSORE A SANTA MARIA DI SALA

di admin
La Giunta veneta, su proposta dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte di concerto con il collega alla Legge Speciale per Venezia Renato Chisso ha approvato e autorizzato il completamento della sistemazione idraulico – ambientale dello scolo Lusore a monte della botte a sifone del Taglio di Mirano, in Comune di Santa Maria di Sala, rilasciando contestualmente la…

“Nell’adottare il provvedimento – ha ricordato Chisso – la Giunta ha fatto proprio il parere favorevole, con prescrizioni, espresso all’unanimità dalla Commissione Regionale di Valutazione d’Impatto Ambientale sul progetto, presentato dal Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ( Ex Sinistra Medio Brenta )”.
L’intervento, che dovrà essere realizzato entro cinque anni dalla pubblicazione del provvedimento di Giunta, è finalizzato ridurre l’inquinamento delle acque che si sversano nella laguna veneta, in particolare abbattendone il contenuto in azoto e fosforo. E’ prevista la realizzazione di un’area umida di circa 4,8 ettari sul Lusore, in prossimità della confluenza con lo Scolo Fiumicello, composta da cinque bacini tra loro collegati che, assieme agli interventi di naturalizzazione favoriranno i processi fitodepurativi e aumenteranno i tempi di permanenza delle acque nella rete, con effetti positivi sulla sicurezza idraulica. Verranno inoltre costruiti due manufatti per l’intercettazione e l’ingresso nell’area umida e uno di uscita e restituzione della portata dall’area umida, funzionanti in automatico in base alla portata in alveo; all’interno dell’area umida e sulle rive degli scoli Lusore e Fiumicello verrà realizzato un canneto e saranno piantumate essenze arboree ed arbustive. La portata in ingresso si distribuirà su tutta l’area vegetata tramite deflettori di flusso in legno. Prima dell’ingresso all’area umida e prima dell’uscita della portata dalla stessa, saranno realizzate tre aree più profonde per intrappolare i solidi sospesi in entrata e omogeneizzare il flusso idrico in ingresso. Nella fase di esercizio sarà possibile isolare ogni singola vasca. Il costo complessivo dell’opera è di circa 2 milioni di euro.
Le prescrizioni riguardano tra l’altro le modalità di esecuzione dei lavori, il ripristino a fine cantiere, il monitoraggio durante la realizzazione e in esercizio, l’effettuazione di saggi preventivi.

Condividi ora!