Apertura degli IAT il 18 marzo I fondi della Provincia garantiscono la sopravvivenza degli uffici

di admin
A partire da lunedì 18 marzo apriranno gli uffici IAT-Informazione e accoglienza turistica in tutta la provincia veronese. A parte l'ufficio informazione di Verona che è aperto tutto l'anno, gli altri sportelli seguono l'andamento della stagione turistica. A garantire il sevizio nell'imminenza dei flussi di turisti attesi per Pasqua saranno quindi altre otto strutture:

Ufficio IAT Aeroporto
Ufficio IAT Bardolino
Ufficio IAT Lazise
Ufficio IAT Garda
Ufficio IAT Malcesine
Ufficio IAT Peschiera
Ufficio IAT Torri del Benaco

Ci sono invece aperture diversificate per gli altri uffici che non sono gestiti esclusivamente dalla Provincia ma in convenzione con i Comuni. A seconda delle esigenze territoriali, sono stati strutturati i calendari delle aperture:

Uffici IAT della Valpolicella ed Est Veronese – in convenzione rispettivamente con Comuni e Pro Loco della Valpolicella e con il Comune di Soave – sono già aperti.
Ufficio IAT della Lessinia – in convenzione con la Pro Loco di Boscochiesanuova – già aperto.
Ufficio IAT di San Zeno di Montagna aprirà il 30 marzo, per tutti i weekend e festivi.
Ufficio IAT di Brenzone aprirà il 21 marzo.
Ufficio IAT di Molina – in convenzione con il Comune di Fumane – sarà aperto nei mesi di luglio e agosto.
Ufficio IAT di Legnago sarà aperto di sabato e domenica.
Uffici IAT di Valeggio sul Mincio e Bovolone sono aperti rispettivamente presso la Pro Loco e la biblioteca comunali.

Assessore al Turismo Ruggero Pozzani: “La Provincia di Verona ha stanziato 1 milione e mezzo di euro per consentire, nonostante i tagli effettuati dalla Regione, la regolare apertura di tutte le strutture di Informazione e Accoglienza turistica. Infatti i fondi che la Regione ci trasferisce per svolgere questa funzione non sono sufficienti a garantire il servizio, che invece noi reputiamo fondamentale. Verona è la seconda provincia in Veneto, dopo Venezia, per flussi turistici e la Provincia ha scelto di sostenere questo importante comparto. Con questo stanziamento si potrà garantire un servizio informativo e l’accoglienza utile ai numerosi turisti, italiani e stranieri, che ogni anno visitano il nostro territorio. Anche in questo momento di crisi, il turismo veronese si conferma un settore trainante della nostra economia e la Provincia vuole fare la sua parte”.

Condividi ora!