COME DIFENDERE IL CONTRIBUENTE DAGLI STUDI DI SETTORE

di admin
Autori: M. Villani, Avvocato tributarista, S. Attolini, Cultrice della materia Editore: Maggioli Editore Pagine: 342 Formato: 17x24 cm Anno: luglio 2012 Codice ISBN: 73920 Prezzo di copertina: 33,00 Euro Gli Studi di settore rappresentano un importante ausilio per l'attività di controllo da parte dell'Amministrazione finanziaria e sono stati oggetto negli ultimi anni di rilevanti interventi…

Autori: M. Villani, Avvocato tributarista, S. Attolini, Cultrice della materia
Editore: Maggioli Editore
Pagine: 342
Formato: 17×24 cm
Anno: luglio 2012
Codice ISBN: 73920
Prezzo di copertina: 33,00 Euro

Gli Studi di settore rappresentano un importante ausilio per l’attività di controllo da parte dell’Amministrazione finanziaria e sono stati oggetto negli ultimi anni di rilevanti interventi normativi volti ad estendere l’applicazione degli stessi a sempre più numerosi soggetti economici e con sempre minori ostacoli in termini di presupposti alla loro utilizzazione.

Tuttavia la normativa in materia appare spesso confusa e frammentaria, con evidenti profili di illegittimità in violazione del principio fondamentale di chiarezza e trasparenza che deve connotare le disposizioni tributarie, in particolare in merito al valore probatorio che deve essere attribuito alle risultanze degli studi di settore.

Questo nuovo volume, aggiornato con la più recente giurisprudenza e con il Decreto Ministeriale del 13 giugno 2012 riguardante i correttivi anticrisi, analizza le problematiche connesse alla disciplina degli studi di settore, soffermandosi sugli ambiti soggettivi, le cause di inapplicabilità, le cause di esclusione, o parametri contabili e gli altri aspetti che incidono sul diritto di difesa del contribuente.

Corredata di tabelle riassuntive ed esemplificative, la trattazione è così articolata:

CAPITOLO I – GLI STUDI DI SETTORE NELL’EVOLUZIONE
1. Origine ed evoluzione degli studi di settore
2. Elaborazione e applicazione degli studi di settore
3. Intervallo di confidenza
4. Gli studi di settore su base regionale e comunale
4.1. Osservatori regionali per l’adeguamento degli studi di settore alle realtà economiche locali
5. Studi di settore e IVA

CAPITOLO II – SOGGETTI, CAUSE E APPLICABILITÀ DEGLI STUDI DI SETTORE
1. Ambito soggettivo
2. Cause di esclusione
2.1. Esclusione dei contribuenti minimi dall’applicazione degli studi di settore
2.2. Soggetti esclusi ma obbligati a compilare il modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini degli studi di settore
3. Cause di inapplicabilità
4. I parametri contabili
4.1. Ambito soggettivo
4.2. Soggetti esclusi
4.3. Contribuenti che esercitano due o più attività
4.4. Applicazione dei parametri
4.5. Adeguamento alle risultanze dei parametri
4.6. Giurisprudenza riguardante i parametri
4.7. Ambito oggettivo di applicazione
4.8. Congiuntura economica

CAPITOLO III – INAPPLICABILITÀ E CONDIZIONI GIUSTIFICATIVE
1. Condizioni giustificative per c.d. marginalità economica
2. Il modello INE
3. Imprese multiattività – imprese multipunto

CAPITOLO IV – L’APPLICAZIONE DEGLI STUDI DI SETTORE
1. Studi di settore in UNICO
1.1. Il modello per la comunicazione dei dati ai fini degli studi di settore – sanzioni
1.2. L’attestazione
1.3. L’asseverazione
2. L’adeguamento alle risultanze degli studi di settore
3. I correttivi anticrisi
3.1. Applicazione retroattiva degli studi di settore
3.1.1. L’utilizzo retroattivo degli studi evoluti e di quelli integrati in fase accertativa
4. Sanzioni
4.1. Imposte dirette
4.2. IVA
4.3. IRAP
4.4. Disposizioni comuni alle imposte dirette e all’IVA
4.5. Profilo critico
5. Sanzioni – Tabelle di ipotesi applicative
6. Il ravvedimento
7. I sette principi degli studi di settore

CAPITOLO V – DIFENDERSI DAGLI STUDI DI SETTORE
1. Aspetti probatori e giurisprudenza
2. Le presunzioni
3. Il contraddittorio con il contribuente
3.1. Gravi incongruenze
3.2. Assistenza durante il contraddittorio
3.3. Esito del contraddittorio
4. Approfondimento sulle attività di accertamento
4.1. L’accertamento

CAPITOLO VI – I NUOVI ACCERTAMENTI
1. Le novità apportate agli studi di settore
1.1. Il d.l. 6 luglio 2011, n. 98
1.1.1. Inasprimento delle sanzioni
1.1.2. Accertamento induttivo e studi di settore
1.1.3. Abolizione della super-motivazione
1.1.4. Termini per la pubblicazione degli studi di settore
1.2. Il d.l. 13 agosto 2011, n. 138
1.2.1. Accertamento dei soggetti congrui
1.2.2. Termini di pubblicazione degli studi e delle integrazioni agli stessi
1.3. Il d.l. 6 dicembre 2011, n. 201
1.4. Il d.l. 2 marzo 2012, n. 16
2. Quadro sinottico studi di settore
3. I nuovi studi di settore approvati per il 2011

APPENDICE
Normativa
Giurisprudenza

Condividi ora!