Premiazione del concorso “Diventiamo cittadini europei”

di admin
Gli studenti veronesi alla scoperta dell'Europa

Oggi, in Sala Rossa al Palazzo Scaligero, l’assessore all’Istruzione Marco Luciani ha partecipato alla cerimonia di proclamazione e premiazione dei vincitori del concorso “Diventiamo cittadini europei” per le scuole superiori della Provincia di Verona.

Erano presenti: Giorgio Anselmi, presidente del Movimento Federalista Europeo; Laura Donà, rappresentante dell’Ufficio Interventi Educativi di Verona; gli studenti vincitori del concorso.

Il concorso, organizzato dal Movimento Federalista Europeo, in collaborazione e con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale, era riservato agli studenti del triennio delle Scuole superiori. L’iniziativa aveva lo scopo di far conoscere agli studenti veronesi le tematiche europee. I ragazzi potranno, adesso, partecipare a corsi di formazione in Italia e all’estero.

Assessore Luciani: “Con piacere siamo qui a premiare i vincitori di un concorso ormai ben rodato, giunto alla 28^ edizione, che vede come promotori la Provincia e il Movimento Federalista Europeo. L’iniziativa ha un duplice obiettivo: da un lato, spiegare quali sono le istituzioni europee e il loro funzionamento, tema ormai più che attuale anche sui media internazionali; dall’altro, fare in modo che i giovani possano affezionarsi al concetto di Unione Europea, alcune volte troppo lontano e astratto. Vorrei congratularmi con gli studenti per l’impegno e la maturità con cui hanno affrontato questo tema delicato e fortemente dibattuto nei contesti politici moderni. Il viaggio-studio a Neumarkt in Stiria è sicuramente meritato. Mi auguro, infine che l’esperienza possa arricchire i ragazzi e avvicinarli al mondo della politica e delle istituzioni”.

Presidente Movimento Federalista Europeo – Giorgio Anselmi: “Il concorso rappresenta forse una delle iniziative più interessanti di un programma vasto di prolungata sinergia tra il Movimento Federalista Europeo e la Provincia che mi auguro possa proseguire nel tempo. La forza dell’iniziativa credo sia la possibilità data ai ragazzi di apprendere nozioni e dialogare liberamente su temi toccati solo velocemente in aula. Lo stimolo che vogliamo dare agli studenti è quello di credere ancora nell’istituzione europea e nel ruolo cardine che il nostro Paese può assumere a livello internazionale. Gli Enti che hanno sovvenzionato il progetto hanno messo a disposizione borse di studio anche per ragazzi di altre Province tra cui Parma, Treviso, Vicenza e Venezia. I vincitori avranno la possibilità di approfondire ulteriormente l’argomento durante la settimana in Stiria all’interno di attività didattiche e in assemblee plenarie”.

Condividi ora!