Mostra “Una storia, una bandiera”

di admin
A Oliosi di Castelnuovo del Garda dal 22 al 25 giugno

Sesta edizione della mostra “Una storia, una bandiera”, in ricordo dell’eroico episodio della Bandiera avvenuto il 24 giugno 1866 a Oliosi di Castelnuovo del Garda durante la terza guerra d’Indipendenza, nell’ambito della battaglia di Custoza.
Organizzata dall’Amministrazione comunale di Castelnuovo del Garda e dall’assessore alla Cultura e alla Scuola Ilaria Tomezzoli, in collaborazione con il Circolo La Bandiera, l’associazione Combattenti e Reduci di Oliosi, la mostra è curata da Claudia Farina.
La sesta edizione, sulla scia della solennità del 150° dell’Unità d’Italia, di cui la Bandiera di Oliosi è stata protagonista quando ha aperto la parata del 2 giugno 2011 a Roma, esibisce documenti storici, diorami, curiosità, immagini di personaggi illustri e oggetti particolari conservati da generazioni nelle case di Oliosi.
Per gentile prestito del Museo del Risorgimento e dell’Archivio storico della Fondazione Fioroni di Legnago, presidente Luciana Baratella, saranno in mostra documenti di grande interesse storico e rarità tra cui il “Proclama dell’I.R. Delegato Provinciale Allargamento del raggio di fortificazione della piazzaforte di Peschiera fino alla distanza di 600 tese” (1840); il “Proclama bilingue dell’I.R. Comandante della Città e Fortezza di Verona (1859)”; due proclami del podestà di Verona (6-7 ottobre 1866) per il mantenimento dell’ordine pubblico (nei violenti tumulti, al caffè Zampi fu uccisa la giovane Carlotta Aschieri); e il manifesto patriottico italiano con sentenza e condanna dello stemma asburgico (aquila bicipite), inteso come simbolo di tirannia e di oppressione della libertà e dei diritti dei popoli.
Di grande appeal oggetti e giornali d’epoca come la bomboniera per nozze in carta satinata, con tricolore e scritta patriottica del 1866; il set da cucito completo in argento dell’800; la raccolta di dodici numeri (gennaio-dicembre) della rivista femminile francese Journal des Demoiselles del 1851; quadretto contenente stampa tratta dalla rivista femminile francese La Mode del 4 maggio 1839, un secondo dalla rivista femminile italiana La Moda di luglio 1842 e un terzo dalla rivista femminile italiana Corriere delle Dame del 3 ottobre 1842.
Autentica opera d’arte è il diorama di Giorgio Frildini, dedicato alla battaglia di Custoza del 24 giugno 1866, nell’ambito della quale si è svolto l’Episodio della Bandiera di Oliosi. Per gentile prestito della famiglia Tantini, sono esposti ritratti di illustri personaggi che sono vissuti a Oliosi tra l’800 e il ‘900. Dalle preziose collezioni personali di Nazario Barone, presidente del Museo Risorgimentale di Villafranca, provengono le riproduzioni di cartoline e fotografie relative all’Episodio e a personaggi dell’epoca.
Due le poesie esposte: “Oliosi” di Giovanni Tantini sfiora poeticamente la storia di Oliosi dell’ultimo millennio; “Italia”, della poetessa e pittrice Silvana Ticci Pirrello lambisce, con la musicalità del dialetto veneto, vizi e virtù del nostro Paese. Sarà esposto il diorama realizzato dall’associazione Amici del presepe, autori anche di un’inedita riproduzione a quadro dell’Episodio.
Accompagnano l’evento il video predisposto dall’Istituto comprensivo “A. Montini” di Castelnuovo del Garda intitolato “Salviamo la bandiera – la storia della bandiera salvata ad Oliosi”, e la marcia militare Oliosi Sturm Marsh, composta da Franz Leahr, padre del più celebre Franz Leahr junior, autore della Vedova allegra. Il musicista, direttore di banda di un reggimento di fanteria austriaco, fu ferito proprio ad Oliosi e ne rimase talmente impressionato da dedicare all’episodio una marcia.
La mostra, che si tiene nell’ex scuola elementare, sarà inaugurata venerdì 22 giugno alle 19.45 (visitabile sabato 23 dalle 19.30 alle 22, domenica 24 dalle 11 alle 13, dalle 18 alle 22 e lunedì 25 dalle 19.30 alle 22, in concomitanza con la festa locale).

Programma rievocazione dell’Episodio della Bandiera
VENERDI’ 22 GIUGNO
Ore 19.45 Inaugurazione della sesta edizione della mostra “Una storia, una bandiera, a cura di Claudia Farina, nell’ex Scuola elementare di Oliosi.
Orari di apertura della mostra: sabato 23 dalle 19.30 alle 22; domenica 24 dalle 11 alle 13 e dalle 18 alle 22; lunedì 25 dalle 19.30 alle 22.

DOMENICA 24 GIUGNO
Ore 9.15 Riunione in piazza 24 giugno a Oliosi. Trasferimento di una delegazione di civili e militari al monumento di monte Cricol.
ore 10 Messa presso il monumento ai Caduti di Oliosi.
ore 11 Interventi delle autorità, visita alla mostra “Una storia, una bandiera” nell’ex scuola elementare.

Condividi ora!