Approvato all’unanimità il bilancio della Cassa Rurale di Roana

di admin
Si è svolta nella prestigiosa sede del Palazzo Millepini ad Asiago l’Assemblea dei Soci della Cassa Rurale ed Artigiana di Roana, che ha approvato il bilancio e alcune variazioni di articoli dello Statuto in tema di governance, recependo alcune direttive di carattere nazionale.

Durante il dibattito, cui hanno preso parte i soci, il Presidente Maurizio Zovi ha confermato la volontà di mantenere solida e autonoma la Banca, ma con una grande attenzione rispetto alle dinamiche internazionali, nazionali e locali, anche con riferimento a movimenti aggregativi che sono già in atto.
“Ricorderemo il 2010 come un anno molto impegnativo per le numerose attività ed interventi che siamo riusciti a concretizzare- ha detto Zovi nella relazione annuale al bilancio; a fronte di tanto impegno vi è la soddisfazione per il risultato economico conseguito in un anno in cui la crisi ha penalizzato fortemente la crescita. Ora – ha rimarcato il Presidente della Cassa Rurale di Roana- il raggiungimento di questo traguardo ci consente di continuare con determinazione sulla strada già imboccata dei prudenziali accantonamenti a fronte del rischio sul credito, puntando contemporaneamente sul rafforzamento della nostra Banca”.
Superate le maggiori criticità degli ultimi esercizi, gli sforzi della banca sono tesi alla riorganizzazione e all’efficienza sul piano tecnologico. Non solo.
“Stiamo puntando molto- spiega Gianluigi Angonese, Direttore generale della Banca- sulla formazione e sul coinvolgimento del personale nei processi operativi, facendo valere il concetto di squadra. I frutti li stiamo raccogliendo in questo periodo grazie soprattutto alla capacità della banca di cogliere le istanze del territorio e le esigenze sempre più dettagliate della nostra clientela”.
Il bilancio 2010 si chiude con un significativo aumento della raccolta totale pari a 267 milioni di euro (+ 3,83% rispetto al 2009). L’aumento del dato degli impieghi a quota 160 milioni di euro (+ 5,99% rispetto all’esercizio precedente) esprime chiaramente e concretamente il sostegno dato dalla Cassa Rurale di Roana all’economia del territorio. Il patrimonio di vigilanza supera i 22,3 milioni di euro e registra un segno positivo nella percentuale di crescita (+3,9%). Aumenta inevitabilmente il rapporto tra sofferenze e impieghi a 4,75%. Il bilancio si chiude con un significativo utile 800 mila euro (+ 654% rispetto all’utile dello scorso anno, a quota 108 mila euro). “Un risultato che abbiamo raggiunto attraverso un percorso impegnativo e fortemente voluto da tutto il consiglio di amministrazione– fanno sapere dalla CRA Roana- e che va a rafforzare il patrimonio della Banca”.
Sono ben 200.000 euro i contributi erogati ad attività legate allo sport, alla cultura e alle iniziative relative alla promozione del territorio, a testimonianza del ruolo importante che la banca svolge nella comunità dell’Altipiano e della Pedemontana a favore delle iniziative e dei progetti meritevoli di attenzione e di sostegno.

Condividi ora!