Convegno “La sicurezza urbana”

di admin
Sindaco Tosi.

“Al Ministro Maroni chiediamo che dia una mano ai Sindaci,  come sempre ha saputo fare, per aiutarli a essere vicini ai loro cittadini. Quello di oggi non è un incontro tra sindaci sceriffi, come qualcuno ha voluto definirlo, ma un incontro tecnico per individuare spunti comuni che consentano al Ministro dell’Interno di proporre al Governo ulteriori azioni da mettere in atto, per consentire ai sindaci di svolgere il loro compito”. Questa in sintesi la richiesta del sindaco Flavio Tosi al Ministro dell’Interno Roberto Maroni, che ha partecipato oggi al convegno “La sicurezza urbana”,  promosso da Comune di Verona e Prefettura e rivolto a sindaci e amministratori locali. “Grazie all’azione del Ministro Maroni –ha detto Tosi- il Governo ha adottato da tempo importanti misure, contenute nel cosiddetto pacchetto sicurezza, che è nato dalle esigenze dei sindaci e che ci ha consentito di dare risposte concrete e immediate alle sempre più numerose richieste di intervento che giungono dai cittadini. A Verona, considerata città all’avanguardia in Italia in tema di politiche di sicurezza urbana, sempre grazie all’intuizione del Ministro Maroni operano già da tempo le pattuglie miste per la sorveglianza del territorio, con un ampio gradimento da parte dei cittadini. I quali ci chiedono sempre più spesso interventi legati al decoro della città e alla tutela dell’ordine pubblico, perché sanno che la nostra Polizia Municipale è in grado di dare risposte efficaci e in tempi rapidi. D’altro canto ci rendiamo conto che la Polizia Municipale, cui vengono affidati compiti di sempre maggiore responsabilità, per operare deve poter disporre di strumenti adeguati; è indispensabile, quindi, dare attuazione alla riforma della Polizia Locale, ferma in Parlamento non per la mancanza di volontà del Ministro, ma per la mancanza delle risorse economiche necessarie. Forse –ha sottolineato Tosi- sarebbe meglio impiegare per questa riforma i 700 milioni che verranno spesi per finanziare le operazioni belliche in Libia”. A commento della recente sentenza della Corte Costituzionale, che ha dichiarato l’illegittimità di una parte della legge del 2008, che ha esteso il potere di ordinanza dei sindaci  in materia di sicurezza urbana, Tosi ha illustrato i risultati prodotti a Verona dalle ordinanze emesse: “complessivamente sono state comminate oltre 4.000 sanzioni per contrastare fenomeni che generano insicurezza sociale: 1.500 antiaccattonaggio, 1.000 antiprostituzione, 1.000 antibivacco, 500 per consumo di alcol in aree verdi. Un sindaco prima di tutto deve pensare alla sicurezza dei cittadini –ha affermato Tosi- per questo Verona non è stata danneggiata dalla sentenza della Corte Costituzionale, visto che abbiamo scelto di mantenere in vigore le ordinanze, reiterandole. Certo il segnale che i Giudici hanno dato ai cittadini non è stato positivo e sicuramente,  se il punto di vista considerato fosse stato  l’interesse dei cittadini, potevano essere trovate motivazioni giuridiche ugualmente valide,  per evitare un pronunciamento di incostituzionalità”.  Dopo il saluto di apertura del sindaco Flavio Tosi,  sono intervenuti al convegno il Prefetto di Verona Perla Stancari, il sindaco di Parma Pietro Vignali, referente della Carta di Parma, il sindaco di Modena Giorgio Pighi, presidente del Forum italiano per la sicurezza urbana. Ha chiuso i lavori l’intervento del Ministro dell’Interno Roberto Maroni.

Condividi ora!