Impianti di risalita Prada-Costabella

di admin
Presentazione della riapertura e delle novità 2011.

Oggi, nella Sala Verde del Palazzo Scaligero, l’assessore al Turismo Ruggero Pozzani ha presentato il programma degli impianti a fune Prada-Costabella.
Erano presenti: Gianfranco Bortolussi, presidente Soc. Prada Costabella S.r.l.; Graziella Finotti, sindaco di San Zeno di Montagna; Rinaldo Sartori, sindaco di Brenzone; Giuseppe Venturini, presidente Funivia Malcesine–Monte Baldo e Fernando Morando, componente della giunta della CCIAA Verona.
Questi impianti, ripristinati nel 2005, da quest’anno vengono gestiti direttamente dalla Società partecipata dai due Comuni in collaborazione con la Funivia Malcesine – Monte Baldo e rappresentano  una risorsa importante per il turismo dell’entroterra gardesano.
Pozzani: “L’apertura dell’impianto di risalita di Prada-Costabella porta alcune novità. Oltre alla gestione diretta da parte dei Comuni, è partita la collaborazione con la Funivia Malcesine Monte Baldo, che dispone di una notevole esperienza nel campo del trasporto a fune. Le funivie di Prada-Costabella e quelle di Malcesine-Monte Baldo sono complementari ed offrono ai turisti panorami mozzafiato, oltre alla possibilità di escursioni impegnative e piacevoli camminate per gli amanti della montagna nel mezzo di un’area incontaminata. Questi impianti costituiscono una risorsa fondamentale per il turismo di tutta l’area compresa fra Peschiera, Brenzone e l’entroterra gardesano che rileva oltre 9 milioni di presenze turistiche ogni anno”.
Bortolussi: “I nuovi impianti sono un servizio pubblico e servono a dare maggior risalto al paesaggio gardesano, che riempie i nostri sguardi di suggestioni e di immagini mozzafiato, suscitando vere emozioni. La funivia è aperta tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 17.30. Il tragitto completo costa 14 euro ed è suddiviso in due tratti: il primo consiste in una cabinovia biposto con 106 veicoli che parte da Prada e raggiunge in 20 minuti Ortigaretta, situata a circa 1600 metri sul livello del mare, mentre il secondo è costituito da una seggiovia monoposto con 160 veicoli che conduce al rifugio “Fiori del Baldo” a quasi 1.900 metri”.
Finotti: “Prada è uno dei territori più affascinanti nel veronese, e il suo rilancio dipende dal funzionamento dell’impianto di risalita Prada-Costabella. Per questo motivo abbiamo deciso di collaborare con la Funivia Malcesine-Monte Baldo, con la quale opereremo anche nel rinnovamento e nella sostituzione delle funivie attuali”.
Sartori: “La collaborazione con la Funivia Malcesine-Monte Baldo è di carattere tecnico e servirà nel tempo a creare una sorta di sodalizio, di integrazione. Crediamo che nella prossima stagione, come del resto anche in quelle precedenti, la sinergia nella gestione degli impianti garantirà risultati economici estremamente positivi”.

Condividi ora!