Vinitaly, ipotesi di spostamento delle date 2012

di admin
La dichiarazione dell'assessore Pozzani.

Assessore al Turismo Ruggero Pozzani: “Il Vinitaly 2011 si è chiuso con molte ottime notizie ma anche con una brutta notizia. Quelle buone riguardano i numeri da record delle presenze, sia per quanto riguarda i visitatori totali sia per i visitatori stranieri. Un fiume di persone che si è riversato nel nostro territorio e ha goduto dei suoi ristoranti e alberghi. La brutta notizia riguarda invece il nuovo calendario 2012.
La 45a edizione di Vinitaly ha chiuso i battenti con quasi 156mila visitatori, dei quali oltre 48 mila esteri. Siamo sicuri che vogliamo rischiare questo patrimonio che la nostra città e la nostra economia hanno cementato negli anni? Ora che il ‘Vinitaly della ripresa’ ha confermato la buona salute del settore, si rischia che l’anno prossimo l’effetto del nuovo calendario abbia ripercussioni negative sul territorio veronese. Riflettiamo bene sull’eventualità di spostare il calendario dalla domenica al mercoledì, al posto dell’attuale formula che va dal giovedì alla domenica e quindi include un intero fine settimana che è il motore della movimentazione turistica.
Teniamo nella giusta considerazione le richieste dei produttori che sono i protagonisti del Vinitaly, ma prima di decidere verifichiamo esattamente cosa comporterebbe questa decisione. Gli effetti sugli operatori economici sarebbero sicuramente enormi. Non si tratta solo di vendere meno letti e meno coperti, si tratta di minare pesantemente l’intero indotto che fa partire la movimentazione con un mese di anticipo rispetto alla stagione turistica naturale. Veronafiere ha quantificato in 200 milioni l’indotto 2010 generato sulla città, siamo sicuri che il nuovo calendario non rappresenti un rischio di diminuzione?”.

Condividi ora!