Si costituisce conducente fuggito dopo lo scontro

di admin
Si è presentato al comando della Polizia municipale insieme al suo legale, rilasciando dichiarazioni spontanee e assumendosi la responsabilità dei fatti, l’automobilista che è rimasto coinvolto in un incidente stradale in piazzale Porta Nuova, senza soccorrere il ferito ed attendere l’arrivo degli agenti.

Si tratta di un 30enne veronese, che ora dovrà rispondere di omissione di soccorso e fuga, ma anche di guida in stato di ebbrezza e falsa attestazione a pubblico ufficiale. Lo scontro è avvenuto attorno alle 17.45 in piazzale Porta Nuova. Dopo aver percorso viale Piave alla guida di una Smart, il giovane ha svoltato a sinistra verso la stazione, urtando uno scooterista che, a bordo di un Honda Foresight, veniva dal centro città. L’uomo rimasto a terra è un  58enne di Verona, ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Borgo Trento. Pochi minuti dopo l’incidente l’automobilista era tornato in zona a piedi, presentandosi agli agenti come testimone oculare, dando false informazioni sull’auto responsabile dell’incidente e fornendo una ricostruzione dei fatti che però è stata subito smentita dagli accertamenti della Polizia municipale. Un secondo scooterista, un  46enne di San Pietro In Cariano, si trova ora ricoverato in prognosi riservata dopo essere stato coinvolto in un incidente stradale accaduto in via Pancaldo, all’incrocio con via Da Levanto. Dalle prime ricostruzioni della Polizia municipale è emerso che una Ford Fiesta, guidata da un veronese di 25 anni, stava percorrendo via Pancaldo dal lato della Valpolicella ed aveva appena iniziato la svolta a sinistra, in via Da Levanto quando, per cause ancora da chiarire, ha urtato lo scooter che viaggiava alla sua sinistra. In quel tratto di strada la carreggiata è ridotta ad una corsia a causa di lavori di asfaltatura. Mentre la dinamica dell’incidente è ancora i fase di ricostruzione, a carico dell’automobilista sono state accertate violazioni per guida senza assicurazione e mancata revisione. Il veicolo è stato posto sotto sequestro e la patente gli è stata ritirata.

Condividi ora!