Presentato programma “Ottomarzo. Femminile, plurale”

di admin
Prenderà il via sabato 5 marzo, alla Gran Guardia, l’edizione 2011 di “Ottomarzo. Femminile, plurale”, la manifestazione promossa dall’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Verona per la Festa della Donna.

Il programma dell’evento è stato presentato oggi a Palazzo Barbieri dagli assessori alle Pari opportunità Vittorio Di Dio e ai Servizi sociali Stefano Bertacco.  “Per l’edizione di quest’anno che vogliamo dedicare alla memoria della giovane Yara Gambirasio – ha detto Di Dio – abbiamo voluto predisporre un programma ampio e diversificato, in grado di sensibilizzare i cittadini e capace di creare un importante momento di aggregazione. Dal 5 al 14 marzo, si succederanno una serie di eventi che non tratteranno solo i problemi di genere ma riguarderanno anche disabilità, cultura, solidarietà e attualità. Insieme alla consigliera Orietta Salemi stiamo pensando inoltre di istituire una commissione che possa visionare preventivamente i cartelloni pubblicitari che saranno affissi in città, per portare avanti un percorso di tutela dell’immagine della donna”. “Tra i molteplici eventi – ha spiegato Bertacco – è previsto anche uno spettacolo teatrale realizzato dalle donne del Gruppo di animazione lesionati midollari. La serata, non solo avrà uno scopo benefico, ma regalerà sicuramente a tutti i presenti un messaggio di fiducia e di amore per la vita”. Saranno circa cinquanta gli eventi che si susseguiranno in città e nelle circoscrizioni, a partire da sabato 5 marzo. La giornata si aprirà alle ore 9, in Gran Guardia, con il convegno “Codice di famiglia, Mudawana, e la donna marocchina”, promosso dall’’associazione Saadia, con il patrocinio della Commissione Pari Opportunità della Regione Veneto e della Provincia di Verona. Seguirà nel pomeriggio, alle 16.30, l’inaugurazione ufficiale con un intermezzo musicale degli allievi del Conservatorio Dall’Abaco e, alle ore 18, il dibattito “L’amore ai tempi di facebook” con Laura Magni, attrice cabarettista veronese di “Colorado Cafè” e Giovanna Cosenza, docente di Semiotica dei nuovi media dell’Università di Bologna. Il programma proseguirà domenica 6 marzo con il concerto “Danza nella musica strumentale” e lunedì 7 marzo, alle ore 18, il convegno “Le donne degli anni 2000: tra politica, comunicazione e pubblicità”, al quale interverranno la senatrice Maria Pia Garavaglia, la parlamentare Annamaria Bernini e la giornalista Rai Ida Colucci. Martedì 8 marzo, alle 16.30, sarà inaugurata a Palazzo Forti la rassegna “Verona tessile – Le vie della seta si incontrano a Verona”; alle 17 all’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere si terrà il reading-concerto “Caramelle non ne voglio più. Otto voci per l’otto marzo”; alle 18, a Palazzo da Lisca in via Interrato Acquamorta, seguirà il dibattito “Per una democrazia compiuta: mettiamo ordine in Camera” promosso dal Forum politico delle donne di Verona. La giornata si concluderà, alle ore 21 al Cinema Teatro Nuovo di San Michele Extra, con lo spettacolo “Nina no far la stupida” della compagnia “La Barcaccia” e, al Teatro Camploy, con la rappresentazione “Cosa c’è che non va?” organizzata in collaborazione con l’assessorato ai Servizi sociali, che porterà sul palco le esperienze quotidiane di alcune donne del Galm (Gruppo di animazione lesionati midollari). Mercoledì 9 marzo, in sala buvette, alle 18.30, si terrà l’incontro dibattito sul tema “La presenza femminile nelle missioni di pace italiane all’estero: testimonianza di donne in prima linea”, al quale interverranno il Prefetto Perla Stancari, la presidente e la vicepresidente di Eurodonne Italia Margherita Alberganti e Franca Consorte. Durante il convegno alcune donne appartenenti all’esercito e direttamente impegnate in missioni all’estero porteranno la loro testimonianza. Giovedì 10 marzo, in Gran Guardia alle ore 18, si terrà la sfilata con asta benefica di abiti vintage a favore del Telefono Rosa, organizzata in collaborazione con la Consulta delle Associazioni Femminili. Venerdì 11 marzo, alle ore 17 a Palazzo Barbieri omaggio alle Consigliere comunali, mentre alla Società letteraria convegno “L’altra metà del Risorgimento: patriote, giornaliste, letterate sulla scena pubblica. L’Ottocento con uno sguardo al presente”. Sabato 12 marzo, alle ore 21, appuntamento in Gran Guardia con lo spettacolo teatrale “Spettinate”, interpretato dalla compagnia delle Attrici Reggiane. Lunedì 14 marzo, alle 18 al Polo Zanotto, testimonianze di donne di Casa di Ramia “Seguire le tracce di una donna”, in collaborazione con il Comitato Pari opportunità dell’Università di Verona.

Condividi ora!