In Sesta commissione audizione presidenti Avis e Fidas

di admin
Nella seduta di ieri della Sesta Commissione consiliare, presieduta dal consigliere Ivan Castelletti, sono stati comunicati i dati sulla donazione del sangue in provincia di Verona.

Erano presenti il Presidente di Avis Pier Giorgio Lorenzini e il Presidente della Fidas Massimiliano Bonifacio.
I donatori di sangue nel Veneto sono circa 160.000 e le donazioni da loro offerte ogni anno sono circa 280.000, ma i consumi ospedalieri crescono continuamente e  pongono nella necessità di proseguire a cercare nuovi volontari che si rendano disponibili a donare il proprio sangue con una certa periodicità. Per quanto riguarda Verona il dato incoraggiante è che per il 2010 è stata autosufficiente. Ogni giorno in Provincia di Verona, più di 200 persone, hanno bisogno di una trasfusione di un emocomponente o di un farmaco plasmaderivato. Sono 67.511 le donazioni di sangue nella provincia scaligera e sono 34.000 i donatori di sangue, dati in crescita rispetto al 2009, ma che preoccupano per le prospettive dei prossimi anni. Infatti considerato l’invecchiamento progressivo della popolazione, l’utilizzo sempre superiore tra gli anziani per patologie e utilizzo in caso di interventi ospedalieri, emerge che tra i giovani vi è una minore sensibilità nella donazione del sangue, un fatto dovuto alle abitudini di vita. Ci sono comunque anche dati positivi, il sangue veronese e Veneto viene raccolto secondo criteri di qualità, secondo le norme previste e approvate dalla Conferenza permanente per i rapporti tra Stato e Regioni. "La Provincia sostiene e incoraggia la donazione del sangue anche tra i giovani – ha spiegato il consigliere provinciale Ivan Castelletti- ogni anno vengono contattati circa 17.000 studenti con il "Progetto scuola" Inoltre le associazioni Avis e Fidas sono molto attive anche con le iniziative di sensibilizzazione in ambito di feste, manifestazioni sportive e istituti scolastici. "Con questo incontro abbiamo voluto lanciare un messaggio ai giovani" -spiega il consigliere Provinciale Ivan Castelletti-  "per promuovere la donazione di sangue nella nostra provincia, un gesto importante, per una cultura della solidarietà che deve partire dalle scuole". "E’ evidente a tutti noi, che la donazione del sangue è indispensabile, per l’utilizzo che viene fatto negli ospedali, nella cura di leucemie e malattie oncologiche, nei servizi di primo soccorso e di emergenza. Servono 50 donazioni per un trapianto di fegato e ne servono 30 per un trapianto di cuore".  "Il sangue serve a salvare la vita a molte persone. Per questo anche la Provincia darà pieno sostegno  alle iniziative di Fidas e Avis"- questo per promuovere anche come consiglieri provinciali, la donazione del sangue.

Condividi ora!