Oltre 23mila contribuenti veneti assistiti on line sulle comunicazioni di irregolarità

di admin
Civis, il nuovo canale telematico dell’Agenzia delle Entrate per la gestione delle comunicazioni di irregolarità, piace ai contribuenti del Veneto.

Ad un anno esatto dal suo debutto, sono state  23.292 le richieste arrivate da commercialisti, consulenti del lavoro e singoli contribuenti abilitati a Fiscoonline.
Dando uno sguardo all’uso della procedura per provincia si nota che Vicenza è al primo posto con 4.573 richieste, seguono Venezia con 3.851 e Verona con 3.526. Fuori dal podio si collocano rispettivamente le province di Treviso con 3.520 richieste, Padova con 3.192, Belluno con 2.376. Chiude la provincia di Rovigo con 2.254 domande.
Il tasso di chiusura delle pratiche raggiunge il 98,69%, con oltre il 50% delle risposte fornite entro 48 ore.
Civis consente agli addetti ai lavori ma anche ai singoli contribuenti di trattare le comunicazioni di irregolarità, derivanti da qualche errore presente nelle dichiarazione dei redditi presentata l’anno precedente, direttamente dal proprio pc senza doversi recare fisicamente in ufficio.
Un altro vantaggio concreto per tutti i contribuenti è che possono dialogare con l’Agenzia delle Entrate da ogni angolo d’Italia senza preoccuparsi a quale ufficio la pratica andrà in lavorazione. Questo, ad esempio, consente anche a chi abita lontano dagli uffici di risolvere agevolmente i problemi pratici senza dispendio di tempo e denaro.

Condividi ora!