Giornata della memoria: cerimonia in Gran Guardia

di admin
La città di Verona oggi, 27 gennaio 2011, ricorda il 66° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio del 1945.

In occasione della Giornata della Memoria, istituita dal Parlamento nel 2000, le iniziative promosse dall’Amministrazione comunale hanno preso il via alle 9, con una cerimonia nell’Auditorium della Gran Guardia. Sono intervenuti il Prefetto Perla Stancari, l’assessore comunale alla Cultura Erminia Perbellini, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi, il presidente di AssoArma Edgardo Pisani, il presidente della Comunità Ebraica di Verona Carlo Rimini, il presidente ANED Verona (Associazione nazionale ex deportati) Gino Spiazzi, il presidente nazionale ANED Gianfranco Maris, il presidente dell’associazione Figli della Shoah Roberto Israel, il presidente dell’ANPI Verona (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) Raul Adami e il presidente della Consulta Studentesca Andrea Galante. “Nella giornata di oggi – ha detto Perbellini – è come se tutti ci affacciassimo a quei cancelli di Auschwitz, per rivivere l’orrore dell’Olocausto attraverso le tragiche testimonianze dei deportati sopravvissuti; siamo inoltre tutti chiamati non tanto a mobilitarci per una solidarietà, ormai inutile, bensì a riflettere e ad impegnarci costantemente, affinché l’aberrante logica del potere totalitario non si abbatta mai più sugli inermi e sugli innocenti. Per questo è un preciso dovere di tutti ed in particolare delle istituzioni, tenere desta la coscienza degli uomini e soprattutto dei giovani, contro l’ignoranza, il cinismo o anche solo l’indifferenza, che possono rischiare di aprire la strada a nuovi orrori e a nuove atrocità”. L’assessore ha infine espresso, alla Comunità ebraica, il suo cordoglio per la scomparsa di Tullia Zevi, per sedici anni presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane. Nel corso della cerimonia sono state consegnate dal Prefetto Perla Stancari le medaglie d’onore ai militari di Verona e provincia, deportati ed internati nei lager nazisti: Brunelli Angelo (alla memoria), Florio Costantino Zeno (alla memoria), Frigatti Ermenegildo, Girardi Sergio (alla memoria), Meneghini Luigi, Menegolo Mario (alla memoria), Pesarin Guido (alla memoria), Riccitelli Giovanni, Rinaldi Antonio, Turrin Ennio, Zoccante Onorato (alla memoria). L’assessore Erminia Perbellini ha poi consegnato la Medaglia della Città agli ex internati veronesi nei lager nazisti: Andrea Palma (alla memoria); Giovanni Galiati; Nello Antonelli. Al termine della cerimonia si è svolta la presentazione e la proiezione del film “Bianca e Lucia” di Dario Dalla Mura ed Elena Peloso, seguite dal dibattito con gli studenti presenti nell’Auditorium. Successivamente sono state deposte tre corone di alloro in piazza Bra, al monumento dedicato ai martiri dei campi di sterminio nazisti. Le autorità hanno poi visitato il “Carro della Memoria”, vagone ferroviario utilizzato per le deportazioni nei campi di sterminio, che si trova in piazza Bra.

Condividi ora!