Se io partissi…

di admin
Sabato 6 marzo ore 21.00 Teatro Filippini – Verona per la stagione di prosa “Attoterzo” Fondazione Aida presenta.

Lo spettacolo che racconta l’emigrazione abruzzese del secolo scorso attraverso un episodio realmente accaduto: un delitto sfiorato, un dramma della gelosia. Con Monica Di Bernardo Sara Gagliarducci, Aldo Spahiu
Regia Fabrizio Pompei e Noemi Tiberio Produzione teatro Proskenion.
Se io partissi racconta l’emigrazione abruzzese del secolo scorso attraverso un episodio realmente accaduto: un delitto sfiorato, un dramma della gelosia.
Lo spettacolo nasce da una ricerca su documenti storici: lettere risalenti ai primi anni del ’900, fotografie delle migrazioni avvenute nel corso del secolo scorso e canti popolari abruzzesi come Ju cantu de j’emigrante, Addije amore, La spallata, canzoni come The Hawk, della cantante di origine arbëreshë Silvana Licursi, o canti internazionali come Pueblo blanco di Joan Manuel Serrat.
 
Oggi, come allora, l’Abruzzo rivive l’immigrazione. Non più italiani ma l’immigrazione degli stranieri. Così dentro lo scorrere del racconto di un tempo passato, esplode, come se premesse, il presente: l’immagine dell’emigrazione abruzzese si rovescia in quella, speculare, dell’immigrazione di oggi nella regione martoriata dal terremoto.
 
Lo spettacolo è stato realizzato grazie alla collaborazione dell’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea, dell’Associazione di Promozione Sociale Gentium, dell’Associazione Culturale Anita Garibaldi, della Casa del teatro, dell’Associazione Teatrale Abruzzese e Molisana, della Caritas, e sotto il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune dell’Aquila e dell’Ufficio Emigrazione della Regione Abruzzo.
Teatro Filippini (Vicolo Dietro Campanile Filippini 1 Verona)
Biglietti: intero 8 euro, ridotto 6 euro.

Condividi ora!