Oggi in Provincia nuovo incontro di Miozzi

di admin
Con lavoratori e sindacati delle cartiere di Cadidavid.

Il presidente Giovanni Miozzi ha incontrato oggi al Palazzo Scaligero una delegazione di lavoratori e i rappresentanti sindacali delle cartiere di Cadidavid per fare il punto sulla situazione dei posti di lavoro a rischio nell’azienda veronese.
I lavoratori hanno innanzitutto ringraziato il Presidente per aver potuto riscuotere l’anticipazione della cassa integrazione, grazie all’accordo siglato dalla Provincia con Cassa di Risparmio del Veneto lo scorso novembre. Dieci giorni fa il via dell’operazione con il 90% dei lavoratori  che hanno potuto risolvere  il problema nel giro di qualche giorno. Il restante 10% ha scelto di attendere l’erogazione INPS.
“Abbiamo come Provincia una delega importante, quella del lavoro –  ha dichiarato il presidente Miozzi –  che ci consente di intervenire pesantemente e che, in questo particolare frangente, ci carica di responsabilità, umana prima che politica. Abbiamo fatto un passo avanti: fino a qualche settimana fa dovevamo sostenere una emergenza, ora siamo qui, insieme, per trovare il modo di  riaprire l’azienda.”.
Il tribunale in data 14 febbraio ha concesso 30 giorni (sfratto esecutivo) alla vecchia proprietà (ICC) per liberare lo stabile e consentire l’entrata della nuova società (BMB), aggiudicataria del bando.  Il che vorrebbe dire l’avvio della nuova attività a breve e la ripresa del lavoro per i tanti dipendenti in attesa. Si confida dunque nella data del 16 marzo, anche se le criticità non sono ancora del tutto risolte, perchè le banche debbono trovare un accordo sulla non facile situazione debitoria pregressa. Allo scopo di avere chiara tale condizione e al fine di comprendere se qualche problema si frapponga alla risoluzione della questione, il presidente Miozzi ha programmato un  incontro urgente con il liquidatore del tribunale di Reggio Emilia, i lavoratori e i sindacati.
L’appuntamento è previsto per il prossimo mercoledì 3 marzo.
Presidente Miozzi: “La mia attenzione per la cartiera resterà altissima e con l’assessore Sachetto non ci arrenderemo finchè la vertenza non sarà conclusa positivamente. Anticipo inoltre che la prossima settimana sarà  convocato un tavolo urgente con i sindaci, per monitorare il  territorio e creare un fondo di solidarietà. Il lavoro resta uno dei temi prioritari dell’ente Provincia”.

Condividi ora!