Castelcerino Rocca Sveva: un Soave per mille sapori

di admin
Il pregiato cru di Cantina di Soave parteciperà a “Tre strade per mille Sapori”, l’evento voluto dalla Strada del Vino del Valpolicella, del Soave e della Terra dei Forti per promuovere i piatti della tradizione veronese.

Eccellenze enologiche in abbinamento ai piatti della tradizione locale: un binomio vincente per la promozione e la diffusione di un corretto approccio al gusto e al piacere.
Questo alla base dell’iniziativa, voluta dalla Strada del Vino del Valpolicella, da quella del Soave e della Terra dei Forti che coinvolge fino al 21 marzo i ristoranti veronesi associati e che vede la partecipazione di Cantina di Soave.
Spetterà infatti al Soave Classico Superiore Docg 2008 Castelcerino Rocca Sveva l’onore di aprire i menù del Ristorante Ai Torcoli di Marano di Valpolicella nell’ambito della rassegna che è nata per promuovere e valorizzare la conoscenza delle tipicità della cucina veronese.
Il Soave Classico Superiore Docg 2008 Castelcerino di Cantina di Soave verrà infatti servito come aperitivo in abbinamento all’antipasto che prevede luccio in salsa con polenta.  A seguire il menù prevede, in un proseguo di abbinamenti enogastronomici,  tagliatelle al ragù di fagianella, guancette di manzo brasate all’Amarone con contorni misti, pere al Recioto con gelato alla cannella.
Il Soave Classico Superiore Docg 2008 Castelcerino Rocca Sveva, pregiato cru di Soave, rappresenta una delle eccellenze di Cantina di Soave. Nato solo da selezionatissimi grappoli di uva garganega e trebbiano di Soave, prodotti in collina e raccolti esclusivamente a mano, questo vino brilla per la sua freschezza e florealità.
Frutto di un ben equilibrato blend che prevede l’80% di Garganega ed il 20% di Trebbiano di Soave, il Soave Classico Superiore Docg 2008 Castelcerino Rocca Sveva dopo la vinificazione viene fatto maturare per nove mesi in acciaio, processo a cui seguono altri tre mesi di affinamento in bottiglia.  Presenta un coloro paglierino carico con sfumature dorate, mentre al naso risulta fresco ma complesso ed elegante, con sentori che ricordano la frutta come la mela Stark e la cotogna, con note che richiamano la mandorla – tipica della garganega – ed in chiusura salvia e fiori d’acacia. In bocca è senza dubbio fresco e persistente, lasciando in chiusura un retro gusto di frutta e mandorla amara.
Un’eccellenza dell’enologia veronese ma non solo che vale la pena di provare.
Il Soave Classico Superiore Docg 2008 Castelcerino Rocca Sveva accompagnerà i menù del ristorante Ai Torcoli fino al 21 marzo.

Condividi ora!