Lessini Durello: una cascata di bollicine d’oro per la Golden Night di Vicenza

di admin
Il Durello inaugura Vicenzaoro First, la storica rassegna di Vicenza dedicata all’arte orafa.

Si chiama Golden Night e avrà luogo questo sabato 16 gennaio a Vicenza, per celebrare l’apertura di Vicenzaoro First, l’importante fiera dell’oro che ha reso famosa la città veneta in tutto il mondo. L’evento, nato per fare da ponte tra la città e il polo fieristico, giunge a chiusura di “Vie di Fuga” la tre giorni di appuntamenti dedicati al contemporaneo e alla creatività per introdurre e lanciare Vicenza su una piattaforma nazionale e internazionale. Questo sabato quindi il centro storico vicentino diventerà lo scenario di una notte speciale con eventi, “golden”menu nei ristoranti cittadini aderenti, gallerie d’arte e negozi aperti fino alle 23.00.
E saranno le bollicine d’oro del Lessini Durello a brindare a questa particolare occasione, dal momento che il Lessini Durello è lo spumante vicentino per definizione, nato dalla Durella, l’uva autoctona che nasce sulle colline a confine tra Verona e Vicenza.
Due i brindisi con le pregiate bollicine: il primo alla Fiera di Vicenza padiglione 1, sabato 16 gennaio alle 12.00, alla presenza delle autorità, degli organizzatori e della stampa; il secondo a partire dalle 19.30 all’interno dei Musei Civici Palazzo Chiericati di Vicenza dedicato al pubblico degli enoappassionati e dei curiosi.
Non è un caso che proprio il Lessini Durello sia stato scelto come vino simbolo da abbinare alla produzione orafa artigiana di Vicenza. Entrambe sono infatti eccellenze frutto di passione e di arte, i cui segreti sono stati trasmessi di generazione in generazione.
E’ una stagione particolarmente positiva per il Lessini Durello che gode di un costante trend di crescita, dettato sia dalla moda che oggi premia le bollicine in generale, sia dall’indubbia qualità delle produzioni di questo spumante da vitigno autoctono.
Da vino della tradizione, il Durello si afferma sempre di più oggi come vino scelto dai giovani consumatori, attratti dalle sue note fresche e fruttate che con un moderato contenuto alcolico assicurano comunque il gusto della convivialità senza gli eccessi che tolgono il piacere dello stare assieme. Il Durello per la sua piacevolezza brilla nella versione Charmat così come in quella a Metodo Classico. Gli estratti e la corposità non sono mai sopra le righe e fanno parte della fisionomia di un bianco agile, longilineo e di tendenza. Il Lessini Durello infatti risponde alle richieste di un consumatore esigente e consapevole, che oltre al piacere del gusto, sceglie questo vino per la sua originalità e per la sua storia, fatta di passione, di dedizione e di amore per la propria terra d’origine.

Condividi ora!