Incontro sindacale col Commissario Giudiziale relativamente alla situazione della compagnia aerea My Air. com

di admin
Si è svolto oggi 14 gennaio 2010, presso la sede My Air. COM di Torri di Quartesolo (Vi).

Il programmato incontro sindacale tra le OO. SS. dei trasporti del Veneto ed il Commissario Giudiziale De Stefano, in merito agli aggiornamenti interessanti il destino della compagnia aerea e conseguentemente dei lavoratori dipendenti dell’azienda.
Il Commissario ha comunicato che la compagnia aerea non dispone di mezzi propri per riprendere l’attività; con molta fatica rientrano risorse a credito che sono però di entità irrisoria relativamente alla possibilità di far “decollare gli aeromobili”.
Al vaglio del Tribunale la possibilità di collocare l’azienda in amministrazione straordinaria o di procedere verso il fallimento.
Le potenzialità di My Air.com sono espresse dal capitale umano e dagli slot (finestra di tempo entro il quale un aeromobile ha il permesso al decollo).
Secondo il Commissario, gli slot attribuiti a My Air.com, se valutati complessivamente rappresentano un valore commerciale tale da sostenere in vita una compagnia aerea gestita con saggezza.
Gli slot sono attualmente “congelati” dal Tribunale e da Enac (Ente Nazionale Aviazione Civile), in attesa che il Tribunale stesso assuma una decisione.
Il Tribunale dovrà valutare l’economicità di un processo che mantenga in vita per il tramite dell’amministrazione controllata la compagnia aerea, in attesa che un imprenditore manifesti interesse d’acquisto, con quel che comporta in termini di spesa.
Dovrà valutare in altre parole se l’incasso che può derivare dalla vendita del pacchetto intero superi o no le spese che si dovranno sostenere per mantenere lo status quo, per il periodo previsto dalla Legge, in attesa di un acquirente.
Se la valutazione sarà negativa, la compagnia aerea sarà dichiarata fallita.
La decisione sarà assunta il 28 gennaio 2010.
Le OO. SS. e le RSA certe che il capitale umano (composto da 270 lavoratrici e lavoratori) è qualità, hanno manifestato la loro fiducia sulla possibilità che il Tribunale di Vicenza sentenzi a favore dell’amministrazione straordinaria.
Ha inoltre manifestato fiducia nella possibilità che ognuno si attivi affinché si trovi sul mercato nazionale o internazionale un serio acquirente a favore di un vettore aereo dalle grandi potenzialità.

Condividi ora!