Energia, dal Veneto sette milioni per il teleriscaldamento e teleraffreddamento

di Redazione
Approvato in Giunta il nuovo bando per la concessione di contributi finalizzati a sostenere la realizzazione di nuove reti di teleriscaldamento, teleraffrescamento e/o l’ampliamento e l’ammodernamento di impianti già esistenti.

«L’impegno della Regione del Veneto rispetto alle fonti rinnovabili è costante e lo dimostra anche questo nuovo bando che intende sostenere la creazione di nuove reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento, oltre all’ammodernamento delle esistenti. Mettiamo a disposizione con questo bando 7 milioni di euro perché vogliamo favorire lo sviluppo a partire dalle aree interne della regione per poi proseguire con interventi su tutto il territorio regionale».

Così l’Assessore allo sviluppo economico ed energia, Roberto Marcato, annuncia l’approvazione in Giunta del nuovo bando per la concessione di contributi finalizzati a sostenere la realizzazione di nuove reti di teleriscaldamento/teleraffrescamento e/o l’ampliamento e l’ammodernamento di impianti già esistenti, localizzati nelle Aree Interne della Regione Veneto: Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, Unione Montana Comelico, Contratto di foce – Delta del Po, Unione Montana Agordina, Alpago Zoldo, Cadore.

«Il teleriscaldamento – spiega Marcato – consiste nella produzione e nel trasporto dell’energia termica da una o più fonti di produzione verso una pluralità di edifici o siti di utilizzazione, per l’approvvigionamento di energia termica per il riscaldamento o il raffreddamento di spazi, per processi di lavorazione e per la copertura del fabbisogno di acqua calda sanitaria. È un sistema semplice, sicuro ed economico, che porta indubbi vantaggi alla collettività quale sistema di riscaldamento efficiente e sostenibile. Per questo intendiamo sostenerlo».

Il bando, affidato ad AVEPA per la parte gestionale, rientra nell’Azione 2.2.2 “Realizzazione, efficientamento sostenibile, recupero e ampliamento reti di teleriscaldamento/teleraffrescamento” del PR Veneto FESR 2021-2027, è destinato a micro, piccole, medie e grandi imprese (incluse le Cooperative senza scopo di lucro), Pubbliche Amministrazioni limitatamente ai Comuni, Unioni di Comuni di cui alla L.R. n. 18/2012, Unioni Montane di cui alla L.R. n. 40/2012, Comuni capofila di convenzioni con altri Comuni stipulate entro la data di presentazione della domanda in conformità all’art 5 della L.R. n. 18/2012 e Province che realizzano gli interventi oggetto di finanziamento nelle Aree interne.

Il bando, in pubblicazione sul Bollettino Ufficiale regionale, sarà disponibile con la relativa modulistica nella sezione “Bandi, Avvisi e Concorsi” del sito internet www.regione.veneto.it.

Le domande di partecipazione, potranno essere presentate dai soggetti proponenti, dalle ore 10 del 3 settembre 2024 ed entro le ore 17 del 30 ottobre 2024.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!