Turismo, Verona guarda con sempre maggiore interesse alla Spagna

di Redazione
Dvg Foundation, Aeroporto Catullo e Volotea aprono le porte ai giornalisti spagnoli. Un segmento sempre più in crescita sotto il profilo turistico.

Turismo, Verona fa sistema e punta sul mercato spagnolo. Un mercato emergente i cui flussi sono raddoppiati nel 2023 e che promette nuove opportunità di sviluppo anche grazie anche ai nuovi voli diretti da Madrid, Barcellona e Valencia.

Destination Verona & Garda Foundation (Dvg Foundation), Aeroporto Catullo e Volotea hanno accolto giornalisti spagnoli specializzati nei segmenti dell’outdoor, dell’en-plein air, dell’enogastronomia locale.  Il focus dei press tour è stata la narrazione di tutto quello che ancora non è conosciuto sul territorio delle due destinazioni Verona e Lago di Garda e dei quattro marchi d’area, Lessinia, Valpolicella, Soave Est Veronese e Pianura dei Dogi.

Aeroporto Catullo di Verona.
Aeroporto Catullo di Verona.

«I flussi provenienti dalla Spagna in provincia di Verona – spiega Paolo Artelio, presidente della Dvg Foundation – sono più che raddoppiati nel 2023, arrivato a quota 129mila (fonte Ufficio Studi della Camera di Commercio di Verona, NdR), si tratta di un mercato interessante, tutto da sviluppare. Secondo l’Ine, l’Istituto Nazionale di Statistica spagnolo, gli spagnoli che viaggiano in Italia lo fanno principalmente per vacanze (per un 70%), seguiti dai viaggi per visitare famiglia e amici (per un 16%). I giornalisti provenivano da Barcellona e Madrid – città da cui partono i voli diretti per Verona –  e rappresentavano testate come Time Out Barcellona, Magazine La Vanguardia, Libertad Digital».

Il direttore della DVG Foundation Luca Caputo con il presidente Paolo Artelio.
Il direttore della DVG Foundation Luca Caputo con il presidente Paolo Artelio.

Il gruppo ha avuto la possibilità di visitare tutte le sei aree della provincia scaligera, scoprirne le peculiarità e le opportunità, assaporare i prodotti tipici e i prodotti locali. Grazie a Fondazione Arena, ha potuto vivere anche un’emozionante serata accompagnata dalla musica del pianoforte e dalla voce dei cantanti lirici.

«L’Aeroporto Valerio Catullo di Verona diventa una porta d’ingresso importante per i flussi provenienti dalla Spagna, ben connessa grazie ai nuovi collegamenti da Madrid, Valencia e al potenziamento delle frequenze da Barcellona” – ha dichiarato Alessandra Bonetti, Amministratore Delegato di Aeroporto Catullo – “La Spagna diventa complessivamente il terzo mercato internazionale nel 2024, con un’offerta posti più che raddoppiata rispetto al 2023.”»

Alessandra Bonetti, AD Aeroporto Valerio Catullo.
Alessandra Bonetti, AD Aeroporto Valerio Catullo.

«Con 20 rotte attive, di cui 9 italiane e 11 europee, Verona è una base e una destinazione strategica per la nostra attività – ha commentato Valeria Rebasti, International Market Director di Volotea  -. Non solo la Spagna con Barcellona, Madrid e Valencia, ma anche Grecia, Francia, Germania, Danimarca e Repubblica Ceca rappresentano una quota importante di traffico incoming attraverso il quale siamo felici di contribuire allo sviluppo del territorio. La proficua collaborazione con l’Aeroporto Catullo e Fondazione Verona ci ha permesso di confermare la nostra vocazione di collegare e quindi far scoprire ai turisti le città europee di piccole e medie dimensioni».

Valeria Rebasti di Volotea.
Valeria Rebasti di Volotea.

Condividi ora!