Accordo Cubi e Dolomiti Energia, in tre anni 58MWp di nuovo fotovoltaico

di Matteo Scolari
L'azienda veronese ha stretto un accordo con la multiutility trentina per la realizzazione di otto nuovi grandi impianti in tutto il nord Italia.

Gruppo Cubi e Gruppo Dolomiti Energia hanno siglato un importante accordo di investimento, segnando un nuovo capitolo importante per il futuro dell’energia rinnovabile nel nord Italia. La collaborazione ha portato all’acquisizione da parte di Dolomiti Transition Assets, interamente controllata da Dolomiti Energia Holding, del 100% del capitale sociale di New Power Group e di Powertwo. Queste due società sono state create con l’ambizione di sviluppare otto impianti fotovoltaici, i quali sono attualmente in una fase avanzata di autorizzazione e si prevede avranno una potenza installata di circa 58MWp.

L’accordo tra i due gruppi prevede che il Gruppo Cubi, attraverso la società FC3 coordinata dall’ingegner Elia Cubi e con il supporto della dottoressa Francesca Lucia Falcone, assista il Gruppo Dolomiti Energia nello sviluppo dell’iter autorizzativo e nella progettazione e costruzione degli impianti.

Niccolò ed Elia Cubi.

Il progetto rappresenta un investimento di quasi 60 milioni di euro nei prossimi tre anni, con il primo impianto che si prevede entrerà in funzione nel 2025. Questa iniziativa sottolinea l’impegno di entrambi i gruppi a favorire la transizione energetica e a ridurre le emissioni di gas serra, con un’impatto stimato di 96GWh annui, equivalenti al fabbisogno di circa 36mila famiglie, e un risparmio di 30mila tonnellate di anidride carbonica all’anno.

Riguardo all’accordo, Niccolò Cubi – azionista di riferimento del Gruppo Cubi, ha dichiarato: «Con questo accordo diamo concreta attuazione al nostro piano strategico di sviluppo e crescita nelle energie rinnovabili, con particolare riferimento al fotovoltaico, mettendo a frutto le conoscenze sul territorio per individuare i siti idonei e le conoscenze tecniche in ambito sviluppo autorizzativo progettazione e costruzione degli impianti. Un’intesa, questa con il gruppo Dolomiti, di cui siamo esternamente soddisfatti perché ci consente di dare concretezza al nostro impegno industriale ed etico nell’ambito degli obiettivi di transizione energetica».

Silvia Arlanch, presidente di Dolomiti Energia.

Dal canto suo, Silvia Arlanch, presidente di Dolomiti Energia, ha espresso: «L’accordo siglato rientra a pieno titolo nel percorso che il Gruppo Dolomiti Energia ha da tempo tracciato per contribuire in modo concreto e significativo alla transizione energetica. In totale coerenza con la visione strategica e con gli obiettivi delineati nel nostro Piano Industriale al 2027, con questa operazione diversifichiamo e rafforziamo la nostra presenza nel mercato dell’energia pulita oltre a partecipare in modo sostanziale al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione definiti a livello mondiale. Siamo storici produttori di energia idroelettrica e abbiamo scelto di fornire ai nostri clienti solo energia certificata come rinnovabile. Forti delle competenze acquisite creiamo le condizioni e gli strumenti necessari per agevolare e accompagnare le persone, le industrie e il Paese verso un futuro sostenibile.”

Gli aspetti legali e amministrativi di questa operazione sono stati gestiti dagli studi Legance per il Gruppo Dolomiti Energia e DLA Piper per il Gruppo Cubi, evidenziando il livello di professionalità e dedizione impiegati in questa iniziativa.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!