Italia-Giappone, rinsaldata l’alleanza sull’intelligenza artificiale

di Matteo Scolari
Durante la mattinata Adolfo Urso ha incontrato il viceministro giapponese degli Affari Interni e Comunicazione, Junji Hasegawa, rinnovando la volontà di collaborazione sui temi dell'AI.

A margine della prima sessione della riunione ministeriale Industria, Tecnologia e Digitale, il ministro Adolfo Urso ha incontrato il viceministro giapponese degli Affari Interni e Comunicazione, Junji Hasegawa.

L’incontro fa seguito alla visita del ministro Urso a Tokyo di dicembre scorso e si inserisce in un rinnovato contesto relativo alle relazioni bilaterali tra i due Paesi, sempre più forti e positive.

Il tavolo di lavoro Italia-Giappone

Nella riunione è emerso che entrambi i Paesi vogliono proseguire sulla strada tracciata dal “Processo di Hiroshima” sull’Intelligenza Artificiale, che il governo italiano eredita proprio dal G7 del Giappone, affinché le grandi potenze rappresentate in questa assise possano sempre più convergere su principi comuni e antropocentrici, mettendo al centro i valori e i diritti della persona.

Sì è inoltre consapevoli che sia centrale che lo sviluppo delle tecnologie emergenti debba coinvolgere un numero sempre più grande di stakeholder e di Paesi nel mondo, secondo i principi dell’inclusività e della sostenibilità dello sviluppo.

Infine è stata confermata la volontà comune di rafforzare la collaborazione nel settore della microelettronica, sempre più strategica in vista delle sfide dell’industria del futuro.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!