Turismo sostenibile, che occasione per Verona

di admin
La nostra città e la nostra provincia con il loro ricco patrimonio storico, culturale e naturale, hanno l'opportunità di promuovere percorsi unici, che generano nuove economie.
Nell’ultimo decennio, il turismo lento è emerso come una tendenza globale che offre un’alternativa sostenibile al turismo di massa, ponendo l’accento sulla sostenibilità, l’immersione nella cultura locale e un’apprezzamento più profondo delle esperienze di viaggio. Questo movimento ha guadagnato slancio in Italia, con Verona che ha il potenziale per diventare una protagonista in questo scenario emergente.
Un recente studio condotto da Enit in collaborazione con Touring Club e Ipsos ha rivelato che l’Italia è la destinazione preferita per gli amanti del turismo lento a livello internazionale, superando altre destinazioni popolari come Spagna, Francia e Austria. In particolare, il 65% dei britannici, il 51% dei francesi e il 49% dei tedeschi vedono l’Italia come la loro prima scelta per esperienze di turismo lento​​. Questo non solo sottolinea l’attrattiva dell’Italia ma anche il potenziale inesplorato di aree come Verona.
Il turismo lento non si limita solo a itinerari ben noti come la Via Francigena ma include anche percorsi meno conosciuti che offrono esperienze ricche di natura e spiritualità, come il Cammino che porta al Santuario della Madonna della Corona, a Verona. La nostra città e la nostra provincia, con il loro ricco patrimonio storico, culturale e naturale, hanno l’opportunità di promuovere i propri percorsi unici, attrarre una quota di questo crescente segmento di mercato e rafforzare la propria reputazione come destinazione di turismo lento.
Inoltre, il turismo lento è riconosciuto per i suoi benefici sia ambientali che culturali, enfatizzando un coinvolgimento significativo e autentico con le destinazioni, promuovendo al contempo la preoccupazione per l’ambiente locale e la sostenibilità in generale​​. Questo si allinea perfettamente con l’agenda globale per uno sviluppo turistico sostenibile e responsabile, offrendo a Verona una direzione chiara per il futuro.
La promozione di percorsi che possono essere esplorati a piedi o in bicicletta, unita all’uso di piattaforme digitali come YouTube e Instagram per la divulgazione, sono strumenti utili per attirare l’interesse internazionale​​. Mentre solo il 34% dei siti web correlati ai cammini offre la possibilità di acquistare pacchetti turistici, vi è un ampio spazio per Verona di sviluppare offerte integrate che includano alloggi, ristorazione e trasporti, rendendo l’esperienza turistica ancora più accessibile e attraente.
Il 17% degli italiani ha già avuto esperienze di turismo a piedi o in bicicletta, segnalando un crescente interesse nazionale per queste forme di viaggio​​. Per Verona, questo rappresenta un’opportunità per attrarre non solo turisti internazionali ma anche visitatori nazionali alla ricerca di nuove esperienze all’interno del proprio paese. E di conseguenza anche nuove economie.

Leggi ora

In Evidenzia

Progetto Fuoco 2024: in fiera a Verona 45mila operatori

di Redazione | 02/03/2024
Progetto Fuoco 2024 - VeronaFiere - EnneviFoto

Donazzan a Bardolino per il convegno sulla scuola: «Temi delicati»

di Redazione | 02/03/2024
Tavola rotonda Snals-Confsal - assessore Donazzan

Turismo: Verona è una città che sa adattarsi alle tendenze

di Redazione | 01/03/2024

Destination Verona & Garda Foundation in partenza per Berlino

di Redazione | 01/03/2024

Turismo culturale, Veneto seconda regione d’Italia

di Redazione | 01/03/2024
Coda davanti al Cortile di Giulietta a Verona.

Energia: mercato stabile, ma più caro rispetto al pre-crisi

di Redazione | 29/02/2024
Contatori di energia elettrica in un palazzo (Foto archivio).

Geometri, è boom di pre-iscrizioni

di Redazione | 28/02/2024
Romano Turri e Nicola Turri del Collegio dei Geometri di Verona.

Le Piazze dei Sapori 2024, ecco le date: dal 9 al 12 maggio

di Redazione | 27/02/2024

Yeah, dieci anni nel segno dell’innovazione e dell’inclusione sociale

di Redazione | 27/02/2024
Cooperativa YEAH

Condividi ora!