Cambia il clima? Cambia anche il turismo secondo ENIT

di admin
L'Ente Nazionale Italiano per il Turismo ha presentato i primi risultati della ricerca “Turismo Climate-sensitive per analizzare il contesto di cambiamento e per mettere a punto di nuovi modelli di lavoro per imprese e destinazioni turistiche.
Nel contesto di un 2023 classificato come l’anno più caldo mai registrato, l’Ente Nazionale Italiano per il Turismo (ENIT) ha presentato i risultati preliminari di una ricerca pionieristica, denominata “Turismo Climate-sensitive”. Questo studio, il primo del suo genere in Italia, mira a esplorare la complessa interazione tra cambiamenti climatici e turismo, evidenziando come le crescenti temperature medie stiano riscrivendo le regole del settore, influenzando criteri di scelta, tempi, modalità e costi delle vacanze.
La ricerca, presentata durante la Borsa Internazionale del Turismo (BIT), è frutto della collaborazione tra la Fondazione Santagata di Torino e Studio Giaccardi & Associati di Ravenna. Si concentra sull’impatto dell’emergenza climatica sui comportamenti dei viaggiatori e sull’offerta turistica, proponendo nuovi modelli operativi per le imprese e le destinazioni turistiche italiane.

Cambiamenti nelle preferenze dei viaggiatori

Uno dei dati più significativi emersi dallo studio ENIT è la modifica nelle abitudini di viaggio dei turisti stranieri: un calo del 25% delle presenze nei mesi estivi, con un corrispondente aumento nei periodi di primavera e autunno. Questo spostamento di flussi turistici indica una trasformazione del concetto stesso di alta stagione, con le mezze stagioni che diventano sempre più attrattive per i viaggiatori.

Siti UNESCO e turismo culturale

L’indagine ha posto particolare attenzione al turismo culturale e ai 59 siti UNESCO italiani, utilizzandoli come indicatori dell’adattabilità del sistema turistico nazionale ai cambiamenti climatici. Nel 2022, il turismo legato al patrimonio culturale ha generato oltre 142 milioni di presenze e un ritorno economico superiore ai 12 miliardi di euro, sottolineando l’importanza di integrare l’emergenza climatica nelle strategie di sviluppo del settore.

Verso un turismo climate-sensitive

L’ENIT sottolinea l’urgente necessità per le destinazioni turistiche e le imprese del settore di adottare un approccio climate-sensitive, prevedendo l’integrazione dell’emergenza climatica nei modelli di business. Circa il 51% dei clienti, secondo dati di Booking del 2023, pianifica viaggi e vacanze basandosi sulle previsioni climatiche, evidenziando un cambio radicale nelle preferenze dei consumatori paragonabile all’impatto della digitalizzazione avvenuto oltre un decennio fa.
ENIT propone un modello di intervento articolato in 8 policy per le destinazioni e 7 per le imprese, basato su un’analisi di 10 destinazioni internazionali e 7 aziende leader nel settore dell’ospitalità. L’obiettivo è offrire agli operatori del turismo italiano gli strumenti per adattarsi e prosperare in un ambiente in rapida evoluzione, garantendo al contempo la sostenibilità e la resilienza del settore.

Leggi ora

In Evidenzia

Progetto Fuoco 2024: in fiera a Verona 45mila operatori

di Redazione | 02/03/2024
Progetto Fuoco 2024 - VeronaFiere - EnneviFoto

Donazzan a Bardolino per il convegno sulla scuola: «Temi delicati»

di Redazione | 02/03/2024
Tavola rotonda Snals-Confsal - assessore Donazzan

Turismo: Verona è una città che sa adattarsi alle tendenze

di Redazione | 01/03/2024

Destination Verona & Garda Foundation in partenza per Berlino

di Redazione | 01/03/2024

Turismo culturale, Veneto seconda regione d’Italia

di Redazione | 01/03/2024
Coda davanti al Cortile di Giulietta a Verona.

Energia: mercato stabile, ma più caro rispetto al pre-crisi

di Redazione | 29/02/2024
Contatori di energia elettrica in un palazzo (Foto archivio).

Geometri, è boom di pre-iscrizioni

di Redazione | 28/02/2024
Romano Turri e Nicola Turri del Collegio dei Geometri di Verona.

Le Piazze dei Sapori 2024, ecco le date: dal 9 al 12 maggio

di Redazione | 27/02/2024

Yeah, dieci anni nel segno dell’innovazione e dell’inclusione sociale

di Redazione | 27/02/2024
Cooperativa YEAH

Condividi ora!