Diana E-commerce Corporation si affida a Treebu per piantare la propria foresta

di admin
L'azienda internazionale che riunisce tecnologia ed estetica nel mercato fashion premium-luxury ha pinatumato 100 alberi di Paulownia al Saval, quartiere di Verona, ed è parte del progetto di riqualificazione di un terreno in stato di abbandono di 3 ettari.

Diana E-commerce Corporation, l’azienda internazionale che riunisce tecnologia ed estetica nel mercato fashion premium-luxury, da oggi è ancora più sostenibile.  

Valori come l’innovazione, l’attenzione per l’ambiente e per le persone sono  intrinsechi a tutte le sue attività proposte da Diana Corp. fin dal 20o7, anno della sua fondazione. In particolare, l’azienda pone grande attenzione a come soddisfare i  bisogni del presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri.  

Per rendere più concreta questa visione Diana ha deciso di avviare iniziative a favore dell’ambiente e del  territorio in cui è basata, in collaborazione con Treebu, finanziando la piantumazione di una foresta di  Paulownia nella zona di Saval, Verona, permettendo così di contribuire a ridurre le emissioni di CO2 e a  supportare una filiera del legno sostenibile e di conseguenza realizzare una vera economia circolare. 

La foresta di Diana conta oggi 100 alberi di Paulownia ed è parte del progetto di riqualificazione di un terreno in stato di abbandono di 3 ettari.

L’albero di Paulownia segue un processo specifico di piantumazione e crescita, assorbendo 100 kg di CO2  in ogni suo anno di vita, fino a 10 volte di più rispetto altre specie e con una crescita ultra rapida. Si tratta,  infatti, di un albero fenice: ricresce autonomamente dopo il primo taglio; migliora la salute dei suoli perché  assorbe metalli pesanti; è una pianta mellifera: alleata naturale delle api; ha un’ottima resistenza a parassiti  e a condizioni climatiche avverse; produce un legno pregiato che può essere utilizzato in diversi settori, tra  cui la bio-edilizia. 

La foresta inizia il suo percorso in un vivaio specializzato con la micropropagazione, per poi passare al  radicamento nei vasi e la messa a dimora. Nei terreni selezionati viene applicata una tecnologia green:  irrigazione a goccia con approvvigionamento idrico solare.  

Diana calcola che, grazie a questa foresta, ogni anno compenserà l’emissione di CO2 generata dai suoi  server per la realizzazione di progetti e spazi digitali dei suoi clienti. 

L’azienda, in linea con la sua cultura aziendale, è stata coinvolta in prima persona in questa iniziativa: un  gruppo di dipendenti hanno partecipato infatti alla piantumazione, all’incontro con l’agronomo e alla visita in foresta, dando ancora maggior valore ad un impegno di natura etica che unisce valore umano e valori  aziendali.

Condividi ora!