BCC di Verona e Vicenza stanzia 140 mila euro per premiare il merito nello studio

di admin
Nel nuovo bando c’è spazio per riconoscere l’impegno nello studio, i risultati ottenuti in pagella, ma anche come novità l’impegno sociale nel volontariato o in azioni per la comunità.

Saranno 500 le borse di studio che verranno assegnate da BCC Verona e Vicenza ai bravissimi del territorio con le migliori pagelle relative all’anno scolastico e accademico 2022-23 per un investimento che la Banca ha già stanziato e che sarà pari a 140 mila euro.

Nel dettaglio i riconoscimenti al merito per lo studio riservati a soci e figli di soci saranno 350 a favore di  studenti delle Scuole Medie Superiori Statali o riconosciute dallo Stato, dei centri e delle Scuole di formazione professionale per importi di 200 euro  ciascuna, mentre 10 borse di studio di 350 euro ciascuna saranno assegnate a studenti che hanno concluso un percorso di alta specializzazione tecnologica conseguendo un diploma ITS.
Altri 140 premi al merito saranno invece attribuiti a studenti dell’Università, per un incentivo alle spese per il conseguimento della laurea triennale (400 euro) o magistrale/a ciclo unico (500 euro).

“Nel nostro regolamento- spiega Leopoldo Pilati, Direttore generale di BCC Verona e Vicenza – abbiamo voluto dare per la prima volta un segnale di riconoscimento aggiuntivo a studenti meritevoli che si siano distinti per impegno sociale o in azioni straordinarie di volontariato o solidarietà. Abbiamo quindi stanziato, ed è una novità, altri 40 premi aggiuntivi di 100 euro ciascuno da attribuire a chi dimostrerà questo impegno, gratificando quindi il loro lavoro a favore della comunità. Ci è sembrato un bel modo – continua Pilati– per incentivare la partecipazione sociale dei giovani e avvicinarli al mondo della mutualità, della sussidiarietà, della cooperazione”.
Ma le opportunità non si fermeranno al solo riconoscimento economico da parte di BCC Verona e Vicenza.

“Abbiamo sperimentato come sia fondamentale far interagire i nostri giovani con il mondo che produce- anticipa Flavio Piva, Presidente di BCC Verona e Vicenza – promuovendo un’azione di mediazione tra i nuovi diplomati e laureati premiati con aziende clienti della banca. La Banca segnalerà profili interessanti che possono sfociare in opportunità di formazione, di stages, di collaborazione e di possibile assunzione. E’ un modo per far incontrare domanda e offerta, per facilitare le nostre imprese nella selezione del personale da inserire in organico e di valorizzare profili professionali che hanno bisogno in questa fase di formazione e di prime esperienze lavorative”.
Per incentivare la partecipazione di nuovi soci giovani nella vita sociale della BCC è stata creata inoltre la possibilità per gli studenti maggiorenni che riceveranno la borsa di studio di essere ammessi alla compagine sociale con 10 azioni del controvalore di 51,60 euro. L’ammissione a socio, senza spese, garantirà ai nuovi entrati tutti i benefici riservati dalla società cooperativa ai propri azionisti, che potranno quindi partecipare attivamente alla vita sociale della Banca.

Le domande per accedere alla graduatoria delle borse di studio vanno presentate per via telematica entro la mezzanotte del 10 ottobre 2023, compilando correttamente la modulistica presente nell’apposita sezione del sito web della Banca, nella quale sono indicate per esteso le modalità di presentazione e i requisiti richiesti (www.bccveronavicenza.it).

Condividi ora!