Il tenore Roberto Alagna e il soprano Aleksandra Kurzak, insieme, per la prima volta sul palcoscenico dell’Arena di Vertona. Il nuovo modus operandi, che caratterizzerà il 98° Opera Festival 2020.

di admin
Il nutrito cartellone del 98° Opera Festival 2020, prevede le seguenti, numerose e curate rapprersentazioni, che avranno luogo dal 13 giugno al 3 settembre:

 Cavalleria Rusticana, Pagliacci, Aida, Turandot, Jonas Kaufmann, Nabucco, Domiongo Opera Night, Robrto Bolle and Frieds, The Stars of Opera, La Traviata e Gala, IX Sinfonia di Beethoven. La nuova produzione di Cavalleria rusticana e Pagliacci, che, come sopra indicato, aprirà la stagione il 13 giugno 2020, vivrà, il successivo 8 agosto, un’altra data imperdibile: il tenore Roberto Alagna e il soprano Aleksandra Kurzak  – nelle foto – saranno infatti la coppia, che darà voce ai protagonisti dei capolavori di Mascagni e Leoncavallo, per una grande serata di gala. Dopo l’annuncio dell’atteso ritorno a Verona di Anna Netrebko, reduce dal successo della Tosca scaligera, e di Yusif Eyvazov, Fondazione Arena, presenta, quindi, un’altra coppia di artisti, che contribuirà, con la sua qualità e la rarità delle sue apparizioni nel nostro Paese, a rendere il cartellone areniano uno tra i più preziosi scrigni di stelle tra le rassegne di tutto il mondo. Cecilia Gasdia, sovrintendente e direttore artistico di Fondazione Arena, esprime grande soddisfazione: «Il Festival 2020 vuole proseguire il percorso virtuoso intrapreso, già nella scorsa stagione, affiancando allestimenti spettacolari che entrano nel cuore del pubblico ad interpreti di altissimo livello, e non posso che essere entusiasta della presenza di due straordinari artisti come Aleksandra Kurzak e Roberto Alagna – al suo debutto in Arena – che hanno accettato il mio invito ad esibirsi in Arena. Da Sovrintendente, ma ancor prima da cantante e da appassionata d’opera, credo che la qualità artistica degli interpreti sia un elemento fondamental, per richiamare il pubblico a Teatro e, con questo spirito, stiamo lavorando, per presentare presto un cast, sempre più all’altezza del nome dell’Arena di Verona». Per ulteriori info: www. arena.it. Un procere, quindi, in grande progresso della positiva evoluzione di Fondazione Arena, per amore della lirica e per il bene degli spettatori e di Verona.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!