Libri di acqua fa tappa in Veneto per la presentazione dell’ultimo libro di Marina Ripa di Meana “Colazione al Grand Hotel”

di admin
La scrittrice presenta la sua nuova opera domenica 25 giugno durante la XV edizione del Festival di Serravalle a Vittorio Veneto. Si tratta della tappa veneta del 2017 dell’Associazione culturale fondata da Vera Slepoj, che vuole celebrare gli sforzi e gli ideali di uomini e associazioni incrociando i contenuti del mondo letterario

Marina Ripa di Meana si racconta in occasione dell’incontro organizzato da Libri di Acqua, associazione culturale fondata dalla psicologa Vera Slepoj, nell’ambito del Festival di Serravalle . La scrittrice presenterà il suo ultimo libro “Colazione al Grand Hotel” di domenica 25 giugno presso il Castrum, alle ore 18,30.

L’autrice ripercorre una dei momenti più glamour e interessanti della sua vita raccontando l’amicizia con due grandi della letteratura contemporanea, Alberto Moravia e Goffredo Parise. Un’amicizia lunga trent’anni, in cui l’insolito terzetto si frequentava quotidianamente nei luoghi canonici della dolce vita romana, come il Grand Hotel e il bar Rosati a piazza del Popolo, e si scambiava pettegolezzi, racconti e confidenze. Un libro pieno di aneddoti e personaggi, da Gianni Agnelli a Henry Kissinger, da Maria Callas a Liz Taylor, da Pier Paolo Pasolini a Elsa Morante.

Libri di Acqua ha lo scopo di far viaggiare autori e libri in giro per il nostro pianeta, per incrociare i contenuti del mondo letterario provenienti dalla loro unione, nella consapevolezza che i libri rendono l’uomo migliore e diventano un accesso a tutti i popoli. L’acqua è stato elemento fondamentale nella storia dell’umanità, luogo di conoscenza, cambiamento, legami con la diversità e può tornare ad essere il luogo di trasformazione di una nuova civiltà, ora ancorata drammaticamente a nazionalismi e fondamentalismi radicali. L’incontro tra scrittori con linguaggi e contenuti differenti, modalità espressive diverse, possono diventare l’unico e autentico livello di cambiamento, per ridurre le distanze culturali e di genere. “Il progetto di Water’s Friends e nello specifico Libri di Acqua vuole proporsi come rottura alla stanzialità dei libri degli autori italiani, che vengono presentati solitamente a livello locale” – afferma Vera Slepoj -“sfruttando la metafora dell’acqua, elemento da sempre utilizzato come via di trasporto e per viaggiare, ci proponiamo di portare gli autori italiani lungo tutto il territorio nazionale e nel mondo, interfacciandoci con autori internazionali per la promozione e lo scambio della cultura letteraria.”

Il Festival di Serravalle è organizzato dall’associazione“Amici del Castrum”, nata nel luglio 2002, ha fatto del Castello un punto di riferimento nella mappa culturale del Veneto organizzando nel periodo estivo all’interno del parco il Festival di Serravalle – Teatro al Castello. Il Festival di Serravalle è stato ed è strumento fondamentale della rinascita della teatralità a Vittorio Veneto. Sotto la direzione artistica di Luisa Baldi, il programma teatrale è diventato ogni anno sempre più ricco di nomi importanti, appuntamenti imperdibili, novità. Al Festival di Serravalle hanno partecipato negli anni i più bei nomi del teatro italiano: da Giorgio Albertazzi a Gabriele Lavia, da Monica Guerritore a Elisabetta Pozzi, da Carlo Simoni a Antonio Salines, a Ugo Pagliai.

Marina Punturieri, nota anche con i nomi da sposata Marina Lante della Rovere e Marina Ripa di Meana, nasce a Roma nel 1941. A vent’anni sposa Alessandro Lante della Rovere e dal matrimonio nasce la sua unica figlia Lucrezia. Esordisce come creatrice di alta moda: il suo atelier di piazza di Spagna è frequentato da nobildonne romane, amiche, attrici famose, personaggi del gran mondo internazionale, mogli di artisti e politici che hanno cambiato la storia dell’ultimo secolo. Dirige per tre anni la rivista «Elite». Lavora per il cinema, la televisione e la radio. Scrive quattordici libri, tra i quali due bestseller, ‘I miei primi quarant’anni’ e ‘La più bella del reame’ (da cui sono stati tratti due film record d’incassi), la sua ultima autobiografia ‘Invecchierò ma con calma’ e ‘Virginia Agnelli madre e farfalla’.

Condividi ora!