Mostra “Huellas de la Memoria” – Orme della Memoria. L’ospiterà l’Accademia di Belle Arti di Verona.

di admin
“Huella de la Memoria” sarà inaugurata mercoledì 3 maggio, alle ore 17,30, ed è organizzata dall’Associazione Rosa Mexicano, da Amnesty International e da Telefono Rosa di Verona. L’esposizione ha lo scopo di fare conoscere il pesante fenomeno della sparizione di persone e come siano attive organizzazioni, che oltre a cercare e chiedere informazioni sugli spariti,…

Si tratta d’un grave fenomeno, che porta famiglie e famiglie nel più nero dolore e alla continua ricerca di chi non si riesce a trovare. La mostra è composta da una collezione di 80 paia di scarpe, di diversi stili e modelli, utilizzate dai familiari, durante la ricerca dei propri cari. Sulle suole è stato scritto un messaggio, poi impresso su quadri, che diventano vere e proprie opere d’arte, simbolo di un grande dolore, ma al contempo d’una grande speranza. Le suole di tali scarpe, contenenti messaggi, che partono dalle semplici parole “camminare” e “cercare”, sono simbolo di denuncia sociale, e, come dicevamo, di ricerca di giustizia e di verità. La mostra sarà aperta, ad ingresso libero, sino al 12 maggio prossimo. Interverranno all’inaugurazione: Stefano Pachera, presidente dell’Accademia di Belle Arti, Verona; Massimiliano Valdinoci, direttore dell’Accademia; Carlos Rangel Perez, presidente dell’Associazione Rosa Mexicano; Sara Gini, presidente dell’Associazione Telefono Rosa; Alfredo Lopez Casanova, artista e curatore della mostra, e Ana Enamorado, cittadina honduregna, membro de Madres Centramericanas. Cosa dicono gli organizzatori? Ecco la risposta: se busca contribuir desde la expresión artística, particularmente el grabado, en los procesos de denuncia de las despariciones, la construcción de la verdad y la justitia y el establecimiento de expresiones de memoria, desde la sociedad civil organizada, reforzando las exigencias de los familiares.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!