Nella responsabilità di tutti la chiave per superare la crisi: la Finanza Popolare al centro dell’importante convegno a Thiene

di admin
“Nuove risposte alla crisi: il Nord ascolta il Sud del mondo” è il titolo dell’interessante convegno che si terrà sabato 28 settembre 2013 in Teatro Comunale dalle 9.00 alle 12.00 con ingresso libero.

Promosso da Comune di Thiene, Assessorato Associazioni di Volontariato, ASA onlus e dalla Fondazione Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali della Provincia di Vicenza, il convegno è moderato dal giornalista Dennis Dellai.
I relatori sono Bepi Tonello (Quito/Ecuador), Antonio Compostella (imprenditore), Giancarlo Villa (già Direttore Generale Bcc Centropadana) e Paolo Frison (Microcredito Caritas Vicenza).
“L’attuale momento storico ed economico – sottolinea Maurizio Fanton, assessore comunale promotore dell’iniziativa – interpella costantemente il mio assessorato, con richieste sempre più frequenti e molto spesso senza soluzione, almeno nel breve periodo. Nello stile del coinvolgimento dei cittadini nella gestione della cosa pubblica, ho intrapreso un percorso focalizzato su tre temi. Il primo, in maggio, è stato quello della Legalità, con iniziative per la cittadinanza e per le scuole,, perché ogni forma di convivenza esige la definizione ed il rispetto di norme che garantiscano la dignità e i diritti fondamentali dell’individuo. In giugno con “I colori delle donne” e la “Festa dei Popoli” al centro dell’attenzione è stata la Fratellanza, nella consapevolezza che solo con la conoscenza e la stima reciproche si possono affrontare e superare le conflittualità e giungere ad una convivenza pacifica e costruttiva. Il terzo tema è la Responsabilità e cercheremo di svilupparla nel convegno del 28 settembre”.
“Abbiamo contribuito a sostenere questa iniziativa per testimoniare con la nostra vicinanza l’adesione ai valori e agli obiettivi di solidarietà e di sussidiarietà – afferma Leopoldo Pilati, Presidente del Consiglio di amministrazione della Fondazione tra le BCC/CRA della provincia di Vicenza -. Da alcuni anni la Fondazione svolge un’intensa attività nel nostro territorio, promuovendo progetti di cooperazione nel mondo della scuola e favorendo la creazione di cooperative scolastiche e di iniziative concrete per i giovani. Non solo. Siamo partner di Caritas di Vicenza per un progetto di microcredito per persone in temporanea difficoltà e recentemente abbiamo attivato sostegni di vicinanza per rispondere con piccoli aiuti agli effetti della crisi che colpisce le famiglie. Il nostro impegno – continua Pilati – si concretizza anche per progetti internazionali di cooperazione e sviluppo nei Paesi del sud del mondo con la microfinanza campesina e con la creazione di cooperative e micro-aziende in Sud America: progetti che rilanciano il nostro modello di banche piccole, ma attente al progresso dei popoli e ai valori di mutualità e socialità per proseguire la mission dei nostri padri fondatori”.

“Se nei passati decenni – continua l’Assessore Maurizio Fanton – di fronte a qualsiasi problema collettivo, la prima preoccupazione era individuare chi doveva risolverlo e la prassi normale era la conseguente delega agli enti pubblici, l’attuale crisi, purtroppo non solo economica, ci dimostra che l’atteggiamento nuovo è una responsabilizzazione maggiore che ci coinvolge tutti in prima persona. Mentre continueremo ad esigere responsabilità, trasparenza, onestà, efficienza a chi ci governa, dobbiamo unire le tante capacità e professionalità dei singoli per inventare risposte innovative alla crisi”.
Bepi Tonello, di origine veneta, vive da 40 anni in Ecuador. E’ sposato con una ecuadoriana e ha tre figli. Direttore del FEEP, Fondo Ecuadoriano Popolorum Progresio, una delle più importanti ONG del Paese, attiva nell’ambito dello sviluppo socio-economico dei settori svantaggiati dell’Ecuador, si occupa di Finanza Popolare. E’ Presidente e grande animatore della cooperativa di credito Codesarrollo, una cooperativa di risparmio e prestito che oggi è una banca a tutti gli effetti, rivolta a coloro che non hanno accesso al credito nelle banche “normali”. Da oltre dieci anni Bepi Tonello segue il Progetto Microfinanza Campesina, per il quale oltre 200 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane hanno messo a disposizione oltre 40 milioni di dollari per piccoli prestiti erogati dalle varie agenzie di Codesarrollo alle proprie comunità. Si tratta di finanziamenti erogati senza garanzie reali, assumendosi il rischio di cambio ed il rischio Paese, puntualmente restituiti a scadenza. Bepi Tonello è stato insignito   di diversi riconoscimenti internazionali tra cui il Premio Ambiente delle Nazioni Unite (Pechino, 2002), il Premio Internazionale di Responsabilità sociale (Bilbao, 2003), il premio Una Vita per la Pace (Firenze 2012).
Ad affiancarlo nel tavolo dei relatori ci saranno anche Antonio Compostella, imprenditore informatico vicentino che proporrà l’esperienza dell’Economia di Comunione, un’economia che mette al centro la persona senza, ovviamente, rinunciare alla produttività, innovatività, redditività tipiche di ogni attività produttiva, Giancarlo Villa, già direttore generale di BCC CentroPadana e collaboratore di Bepi Tonello e Paolo Frison, referente per i progetti di microcredito etico sociale della Caritas di Vicenza, un’esperienza con cui si offre aiuto senza cadere nel rischio del passivo assistenzialismo. L’obiettivo è infatti di formare ed educare alla corresponsabilità nell’affrontare i problemi contingenti, con la prospettiva e lo sguardo lungimirante al futuro.

Condividi ora!