“Festival Veneto 2013” – 6^ edizione L’unico vero festival in lingua veneta fa tappa a Peschiera, Cerea e Verona

di admin
Il “Festival Veneto” è promosso dalla Provincia di Verona con il contributo della Regione del Veneto, il patrocinio dei Comuni di Verona, Peschiera del Garda e Cerea ed è prodotto dall'Associazione Culturale Benacus in collaborazione con Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona.

La manifestazione rientra nell’ambito di “Provincia in Festival 2013”, il progetto culturale di rete promosso dall’assessorato alla Cultura e Identità Veneta della Provincia di Verona nell’ambito di “RetEventi Cultura Veneto” il network tra istituzioni locali e operatori dello spettacolo della Regione del Veneto, nella provincia scaligera realizzato con la direzione artistica di Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona e il supporto organizzativo e promozionale della società Provincia di Verona Turismo.

Il “Festival Veneto”, giunto quest’anno alla 6^ edizione, è una rassegna musicale e di spettacolo itinerante dedicata all’arte in vernacolo e rappresenta l’unico vero festival della lingua veneta nella nostra regione. La manifestazione promuove, infatti, canzoni e spettacoli tutti rigorosamente in veneto e si propone come opportunità per la valorizzazione e la diffusione della lingua e della cultura della nostra regione. Lo scopo è di evidenziare, oltre alle capacità canore, musicali e recitative degli artisti, anche le bellezze paesaggistiche e architettoniche del nostro territorio: le singole tappe si svolgono sempre in luoghi tra i più rappresentativi dell’area provinciale e cittadina veronese.
L’edizione 2013 del festival si articolerà in tre tappe che saranno ospitate in altrettante località della provincia e città scaligera: la serata inaugurale della manifestazione si terrà venerdì 19 luglio a Peschiera del Garda, per proseguire giovedì 1 agosto con la seconda tappa a Cerea e chiudere con la finalissima di giovedì 29 agosto che si svolgerà nel cuore di Verona, nella suggestiva cornice di Piazza San Zeno. Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21:15 e tutte le serate saranno, come nelle edizioni precedenti, interamente ad ingresso gratuito per avvicinare un pubblico soprattutto di giovani e coinvolgere, in particolare, i ragazzi e le famiglie.
La lingua veneta sarà l’indiscussa protagonista delle tre tappe del festival, durante le quali si alterneranno spettacoli musicali, momenti di recitazione, come esibizioni in prosa e in poesia e cabaret, sempre rigorosamente in vernacolo e sotto l’eccezionale direzione artistica di Katia Ricciarelli. La cantante lirica sarà inoltre attesa ospite d’onore della tappa cittadina, insieme all’attore e registra teatrale Roberto Puliero, durante la quale entrambi gli artisti si esibiranno per il pubblico del “Festival Veneto”, regalando a tutti gli spettatori momenti di elevato livello artistico e qualitativo.
Nel corso delle tre serate interverranno altri numerosi talenti: per la categoria “cantanti” si esibiranno nuove proposte e nomi affermati della canzone in lingua veneta provenienti da tutta la regione come Massimo Ferrari, Vinicio Corrent, i Tiratirache, Luciano Buscemi e Paolo Tosi, questi due ultimi che interpreteranno canzoni inedite. Il “Festival Veneto”, infatti, vuole essere anche un modo per scoprire autori e volti nuovi della musica leggera e popolare veneta e dare loro la possibilità di mettersi in evidenza con la propria bravura. Durante le tappe del festival il palco sarà inoltre animato da affermate compagnie teatrali: “TeatrOrtaet” di Padova, “Il Piccolo Teatro di Oppeano” e “I Gotturni” di Villafranca. Non mancheranno anche momenti di spensieratezza e divertimento con la comicità delle cabarettiste Giusy Zenere, Laura Magni e Giovanna Scardoni, che sapranno scaldare a suon di risate l’atmosfera delle tre

serate. Le tappe del festival saranno inoltre arricchite dalle performance del corpo di ballo “The Gamblers”, che faranno da contorno alle esibizioni degli artisti.
Sarà concesso ampio spazio anche all’approfondimento culturale, perché il “Festival Veneto” rappresenta soprattutto l’occasione di accostarsi alla ricchezza della cultura della nostra regione, in maniera semplice e divertente: torna anche per l’edizione 2013 il “Dino da Sandrà” che, attraverso una nuova ed inedita storia animata quest’anno dedicata all’alfabeto veneto, introdurrà tutte e tre le serate, accompagnando il pubblico alla scoperta e riscoperta della lingua veneta e delle sue peculiarità.

Assessore – Ambrosini: “È un grande onore presentare la 6^ edizione del ‘Festival Veneto’, la rassegna musicale e di spettacolo itinerante completamente dedicata all’arte in vernacolo, fiore all’occhiello del macro-cartellone di eventi estivi della provincia scaligera ‘Provincia in Festival’. Il ‘Festival Veneto’ è un progetto in cui, a partire dall’anno della sua nascita nel 2008, la Provincia di Verona e la Regione del Veneto hanno sempre creduto, investendo risorse ed energie per la sua migliore riuscita. La peculiarità e il punto di forza della manifestazione, che vanta il titolo di ‘unico vero festival in lingua veneta’, sono rappresentati dalla capacità di fare rivivere sui palcoscenici di alcune delle più belle piazze della provincia e della città scaligera la lingua, la cultura e l’arte della nostra regione, grazie al talento e alla passione degli straordinari artisti che ogni anno vi partecipano. L’edizione 2013, che si articola in tre differenti tappe, avrà il suo culmine nella serata finale che, per l’occasione, si svolgerà in una cornice di grande prestigio nonché uno dei luoghi più rappresentativi dell’identità storica di Verona: Piazza San Zeno. Il più doveroso ringraziamento va a tutte le realtà culturali e istituzionali che hanno collaborato per rendere possibile la realizzazione di questa nuova edizione e un sincero augurio ai cittadini di riscoprire, anche attraverso il ‘Festival Veneto’, l’amore per la nostra cultura, la nostra tradizione e la nostra identità di Veneti”.

Regione del Veneto – Pietropoli: “E’ sempre un piacere venire a presentare questa manifestazione che si svolge da diversi anni e rappresenta un’occasione per aggregare tutta la Regione in momenti sociali e culturali, con un occhio alle tradizioni e alle origini venete. Questa attività culturale e ludica è, tra l’altro, espressamente prevista dall’articolo 22 della legge Finanziaria regionale del 2003. Con quella norma è stato previsto l’impegno del Veneto a sostegno della sua identità culturale per valorizzare al meglio le proprie radici”.

Vicesindaco Peschiera del Garda – Montresor: “E’ con orgoglio che Peschiera partecipa a questa manifestazione, ricordo che l’idioma veneto è stato un aiuto fondamentale per la nascita della nostra lingua nazionale, un elemento che caratterizza la nostra storia e di conseguenza le nostre identità. Questo evento è un modo ludico per portare in alcune delle piazze il nostro dialetto, per non dimenticare anzi per valorizzare le nostre radici grazie ad opere musicali e teatrali”.

Sindaco Cerea – Marconcini: “E’ un grande onore per il Comune di Cerea partecipare per la prima volta come tappa intermedia al Festival Veneto. Ritengo che questa manifestazione rappresenti un momento importante per far rivivere la lingua e la cultura, che un tempo che ci contraddistinguevano dal resto d’Italia”.

Consigliere delegato Comune di Verona – Pavesi: “L’ultima tappa dell’evento si terrà in piazza San Zeno, che rappresenta il cuore di Verona e il luogo perfetto per promuovere la veronesità, San Zeno, infatti, è il quartiere che più di ogni altro in quanto è caposaldo delle nostre radici e che non intende perdere la sua natura tipica. Ognuno di noi ha una sua identità, il tratto che ci accomuna sta non solo nella lingua veneta ma anche nel bagaglio culturale che costituisce il nostro Dna”.

Condividi ora!