“Una parata all’infinito” Anche la vita ultraterrena fra i temi del nuovo libro di Andrea Nocini

di admin
Dopo i temi trattati negli ultimi anni - felicità, dolore, solitudine –, Andrea Nocini nel suo 5° libro affronta il tema dell'Aldilà e della morte, come strettamenmte connessi alla vita e legati agli altri grandi cardini etici già analizzati dallos crittore, che sono “libertà” e “giustizia”.

Da qui il titolo “Una parata all’infinito”, dove “parata” è una passerella di 73 numeri uno del mondo della cultura, della musica, della chiesa, dello sport, delle Olimpiadi. Ad ognuno è statao chiesta la domanda ultima: dove finiremo un giorno tutti – indistintamente – quando si spegneranno le luci della vita sulla nostra ribalta?
Presidente Consiglio provinciale – Pastorello: “Ho l’onore di presentare Andrea e il suo ultimo libro ‘Una parata all’infinito’. Lo ringrazio per questo suo nuovo capolavoro. Il libro trasmette il pensiero di tanti campioni dello sport, personaggi importanti della cultura e della musica e vescovi che si esprimono sull’Aldilà. Sono personaggi famosi e sono certo che ogni lettore avrà la curiosità nel conoscerne l’esperienza di vita così da vicino, ma soprattutto di leggere le rilfessioni su un tema tanto delicato. Questo libro è la sua quinta pubblicazione e, insieme alle precedenti, potrebbe diventare una grande enciclopedia per formare i ragazzi leggendo le interviste accorate di Andrea Nocini”.

Autore – Nocini: “In questo volume ho raccolto testimonianze di moltissimi personaggi, alcuni rappresentanti del mondo dello sport ma non solo, e ho cercato di affrontare con loro un tema estremamente difficile ma che ci riguarda tutti: quello dell’Aldilà, della sua esistenza, delle aspettative che ognuno di noi ha su di esso. Come nei quattro precedenti libri, non manca il riferimento al mondo del calcio, nel titolo si parla infatti di ‘parata’ all’infinito. Questo sport è da sempre una mia grande passione; in particolare amo il calcio dilettantistico, una realtà pulita in cui i ragazzi, dopo aver studiato tutto il giorno, trovano comunque il tempo e le energie per allenarsi senza ricevere alcun compenso”.

Condividi ora!